Superbike, test a Imola. Svetta Rea davanti a Giugliano. Ducati indietro

All'indomani del trionfo di Tom Sykes, i bolidi della Superbike sono tornati in pista per una giornata di test nel corso della quale sono state collaudate delle selezioni di pneumatici in ottica 2014 messe a disposizione dalla Pirelli

All'indomani del trionfo di Tom Sykes, i bolidi della Superbike sono tornati in pista per una giornata di test nel corso della quale sono state collaudate delle selezioni di pneumatici in ottica 2014 messe a disposizione dalla Pirelli. Il più veloce in pista è stato l'irlandese della Honda Jonathan Rea, che ha fermato il cronometro sul tempo di 1'46"625, confermando così i progressi della Honda CBR 1000 evidenziati nel weekend del Santerno.

Alle sue spalle si è piazzata l'Aprilia del team Althea di Davide Giugliano (1'46"908), che ha lavorato in particolare sul passo gara, dicendosi ottimista per i prossimi round. Per il romano è ancora forte il rammarico della scivolata in Gara 2 alla curva della Tosa, mentre si trovava incollato ai tubi di scarico della Kawasaki di Tom Sykes (che insieme a Loris Baz non ha preso parte alla giornata di test).

Progressi per le Aprilia ufficiali di Sylvain Guintoli ed Eugene Laverty, rispettivamente in terza e quarta posizione, davanti all'Aprilia "satellite" del team Red Devils di Michel Fabrizio. Lascia Imola con molti dubbi Marco Melandri, accreditato del sesto crono, convinto però che a Mosca la sua Bmw possa comportarsi meglio rispetto ai sali e scendi del Santerno.

Ancora in difficoltà la Ducati, con Ayrton Badovini ottavo e Carlos Checa appena 13esimo. I due portacolori della casa di Borgo Panigale si sposteranno a Misano per altri test per cercare di dare competitività alla rossa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Francesco Donati

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -