Superbike, test Phillip Island: vola Checa. Brutte cadute per Laverty, Badovini e Melandri

Carlos Checa chiude davanti a tutti la tre giorni di test Superbike sul tracciato australiano di Phillip Island, che tra due settimane ospiterà la prima prova del mondiale delle derivate di serie

Carlos Checa chiude davanti a tutti la tre giorni di test Superbike sul tracciato australiano di Phillip Island, che tra due settimane ospiterà la prima prova del mondiale delle derivate di serie. Il campione del mondo in carica ha girato in 1'31”8, precedendo di appena un decimo la sorpresa di questi collaudi invernali, la Kawasaki del britannico Tom Sykes. Terzi tempo per Leon Haslam (1'32”2) davanti all'Aprilia di Max Biaggi, che ha fermato il cronometro sull'1'32”3.

Quella di mercoledì è stata una sessione caratterizzata dalle cadute. Eugene Laverty, tra i più attesi del 2012, è incappato in una brutta caduta alla curva 1, riportando la frattura del terzo metacarpo della mano sinistra. Per l'irlandese dell'Aprilia è in forte dubbio la partecipazione alla prima del campionato. Ruzzolone a 200 chilometri orari sempre in fondo al traguardo per Ayrton Badovini. Per il portacolori della Bmw del team Motorrad Italia fortunatamente nessuna conseguenza fisica importante.

A terra anche Marco Melandri. Il ravennate della Bmw ha avuto un'incompresione con il romano Michel Fabrizio (Bmw Motorrad Italia) mentre quest'ultimo stava uscendo dai box. Melandri per non travolgere Fabrizio ha frenato bruscamente, finendo per terra. I due hanno già chiarito tutto. Checa si conferma insomma l'uomo da battere: “L’anno scorso abbiamo cominciato bene la stagione e quindi abbiamo confrontato i setting dell’anno passato con quelli che abbiamo qui ora, considerando i sei chili in piu’, ed abbiamo capito come partire”, ha spiegato lo spagnolo.

Lunedì è in programma una nuova sessione di collaudi: “Ci concentreremo soprattutto sulle gomme ed il loro comportamento in queste condizioni calde. Per ora posso dire di essere soddisfatto”, ha concluso Checa.

I TEMPI DELLA TRE GIORNI DI TEST
1.Checa (Spa-Ducati) 1’31”8
2. Sykes (GB-Kawasaki) 1’31”9
3. Haslam (GB-Bmw) 1’32”2
4. Biaggi (Ita-Aprilia) 1’32”3
5. Lascorz (Spa-Kawasaki) 1'32”4
6. Smrz (CZE-Ducati) 1'32”4
7. Laverty (Irl-Aprilia) 1’32”5
8. Fabrizio (Ita-Bmw) 1’32”6
9. Berger (Fra-Ducati) 1’32”9;
10. Melandri (Ita-Bmw) 1'33”0
11. Camier (GB-Suzuki) 1’33”1
12. Giugliano (Ita-Ducati) 1’33”5
13. Guintoli (Fra-Ducati) 1’33”5
14. Badovini (Ita-Bmw) 1'33”8
15. Johnson (Aus-Bmw) 1’34”1
16. Zanetti (Ita-Ducati) 1’34”7
17. Salom (Spa-Kawasaki) 1’34”9
 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -