MotoGp a Misano: marcia trionfale per Valentino Rossi

MotoGp a Misano: marcia trionfale per Valentino Rossi

MotoGp a Misano: marcia trionfale per Valentino Rossi

Tripudio a Misano Adriatico per il trionfo di Valentino Rossi nella tappa romagnola del motomondiale. Il sette volte campione del mondo si è imposto davanti alle migliaia di tifosi presenti a Misano, mettendo la sua firma sulla seconda edizione del Gp di San Marino grazie anche alla caduta di Casey Stoner. Gli ultimi giri per Rossi si sono trasformati in un'autentica marcia trionfale tra due ali di folla. Capirossi, Dovizioso e Melandri chiudono al 7°, 8° e 9° posto.

 

Gli altri due gradini del podio sono occupati da Jorge Lorenzo, ottimo secondo alle spalle del compagno di squadra (Yamaha), e Toni Elias, spagnolo della Ducati. Quarto l'iberico della Honda, Dani Pedrosa, che subito dopo il via è stato per alcuni giri secondo dietro Stoner.

 

Per Rossi questo successo non significa solo vincere di fatto in casa propria, ma soprattutto mettere una ipoteca ormai definitiva sul titolo mondiale, che è ormai ad un passo, visto il divario che lo separa da Stoner.

 

L'australiano ha di che rimproverarsi, alla luce anche di una partenza positiva, che lo aveva visto scattare in testa e trovare in Daniel Pedrosa un prezioso alleato nel frenare la corsa di Rossi, che era ‘tappato' al terzo posto dallo spagnolo. Rossi poi è riuscito a sorpassare l'iberico e a mettere pressione sull'australiano, che all'ottavo giro è finito a terra. Con questo trionfo Rossi raggiunge il grandissimo Giacomo Agostini a quota 68 vittorie nella classe regina.

 

Il trionfo nel Gp di San Marino per Valentino Rossi ha un doppio valore. L'ipoteca sul titolo mondiale 2008 e il pareggio del conto delle vittorie nella classe regina con Giacomo Agostini. In Romagna Rossi ha ottenuto il successo numero 68 (13 in 500, 55 in MotoGP) agganciando in testa a questa classifica Agostini.

 

L'ordine d'arrivo del GP di San Marino, classe MotoGP, a Misano:

 

1. Rossi (Ita-Yamaha) in 44'41"884, alla media di 158,836 km/h;

2. Lorenzo (Spa-Yamaha) a 3"163;

3. Elias (Spa-Ducati) a 11"705;

4. Pedrosa (Spa-Honda) a 17"470;

5. Vermeulen (Aus-Suzuki) a 23"409;

6. Toseland (Gbr-Yamaha) a 26"208;

7. Capirossi (Ita-Suzuki) a 26"824;

8. Dovizioso (Ita-Honda) a 27"591;

9. Melandri (Ita-Ducati) a 33"169;

10. Edwards (Usa-Yamaha) a 36"529;

11. Guintoli (Fra-Ducati) a 42"081;

12. Nakano (Jap-Honda) a 43"808;

13. West (Aus-Kawasaki) a 54"874;

14. Hopkins (Usa-Kawasaki) a 55"154.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -