MotoGp, Lorenzo super all'Estoril. Stoner ritrova il podio. 4° Rossi

MotoGp, Lorenzo super all'Estoril. Stoner ritrova il podio. 4° Rossi

MotoGp, Lorenzo super all'Estoril. Stoner ritrova il podio. 4° Rossi

ESTORIL - Perfetto dal primo all'ultimo giro. Jorge Lorenzo si è autorevolmente aggiudicato il Gran Premio del Portogallo, quartultima prova del mondiale MotoGp, riducendo a 18 i punti di ritardo da Valentino Rossi che non è andato oltre un opaco quarto posto. Il pesarese non ha trovato il bandolo della matassa per tutto il weekend, al contrario del compagno di squadra che si dal primo turno del venerdì ha individuato il giusto feeling con la sua Yamaha M1.

 

Il quarto successo stagionale di Lorenzo (Motegi, Le Mans e Indianapolis i precedenti) hanno assicurato alla Yamaha il mondiale Costruttori. "E' stato quasi tutto perfetto, sono partito bene ma mi ha superato Pedrosa - ha esordito il maiorchino -. Dopo ho ripreso posizione. Inizialmente è stato difficile andar via, ma dopo Casey (Stoner, ndr) ha rallentato il ritmo". Mondiale riaperto? Lorenzo glissa: "Mancano tre gare".

 

Splendido ritorno di Casey Stoner, che si è presentato in pista dopo tre gare d'assenza (Brno, Indianapolis e Misano Adriatico) con un ottimo secondo posto. "Non sono ancora in condizioni perfette - ha esordito il portacolori della Ducati -. Sapevamo che la gara sarebbe stata dura, ma è andata bene. La moto è andata bene. Poi si è rotta la pedivella nel secondo giro per colpa di un mio errore e perciò sono stato più lento. Gli ultimi cinque giri ero un po' distrutto, ma alla fine mi sono accontentato del secondo posto perché Lorenzo era irraggiungibile".

 

L'australiano della Ducati è stato l'unico ad infiammare una gara senza acuti, battagliando nelle fasi iniziali con Daniel Pedrosa (terzo) e Rossi. "E' stata una bella gara e dura - ha dichiarato Pedrosa -. Sin dal primo giro Lorenzo è stato fortissimo, con un ritmo alto. Era difficile andare veloce". Per lo spagnolo il bicchiere è mezzo pieno: "Terzo non è perfetto, ma siamo sul podio. Speravo di fare meglio".

 

Quinto si è piazzato il texano della Yamaha Tech 3.Solo settimo il forlivese Andrea Dovizioso (Honda Repsol), preceduto dallo spagnolo Toni Elias (Honda Gresini). Completano la top ten la Ducati di Nicky Hayden, la Yamaha Tech 3 di James Toseland e la Suzuki di Chris Vermeulen. Solo 12esimo Marco Melandri (Hayate) davanti a Niccolò Canepa (Ducati Pramac) Ritirati per problemi meccanici sia Alex De Angelis (Honda Gresini) che Loris Capirossi (Suzuki). Ko per caduta Mika Kallio (Ducati Pramac).

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -