MotoGp, Montmelò day after. Rossi: ''sorpasso tra i più belli''

MotoGp, Montmelò day after. Rossi: ''sorpasso tra i più belli''

MotoGp, Montmelò day after. Rossi: ''sorpasso tra i più belli''

MONTMELO - Il day after l'impresa al Montmelò, Valentino Rossi è tornato in pista per un'importantissima sessione di test. Per attendere ai box il campione della Yamaha, tuttavia, si è dovuto aspettare fino al primo pomeriggio. Prima, infatti, si è concesso un po' di relax per smaltire l'adrenalina di quel strepitoso ultimo giro del Gran Premio di Catalogna che gli ha consentito di strappare la vittoria al compagno di squadra Jorge Lorenzo all'ultima curva.

 

Valentino ha collaudato diverse nuove componenti della sua M1, tra cui una specifica inedita del motore per rispondere alle nuove limitazioni che entreranno in vigore dalla gara di Brno, una nuova gomma Bridgestone anteriore che con ogni probabilità verrà utilizzata solo a Phillip Island. Complessivamente ha completato 58 giri, il più veloce in 1'42''434 che gli è valso il secondo tempo alle spalle del forlivese Andrea Dovizioso (1'42''230).

 

"Nonostante questo nuovo motore sia meno performante di quello che usiamo ora sono molto soddisfatto", ha commentato il Dottore. L'otto volte campione del mondo è poi tornato sulla sua 99esima affermazione nel Motomondiale: "è stata una gara bellissima, con un super sorpasso, emozionante, perché quelli che guardavano la gara da casa avranno pensato che Lorenzo mi aveva battuto". Rossi paragona la perla del Montmelò a quelle di Welkom nel 2004 (sorpasso su Max Biaggi quando era al debutto con la Yamaha dopo tre anni di Honda) e di Laguna Seca (sorpasso al ‘Cavatappi' su Casey Stoner), "anche se quest'ultima è stata sicuramente più importante per il campionato".

 

Rossi non dà per perso e demotivato il compagno di squadra. "Lorenzo sarà molto veloce nelle prossime gare e anche Casey Stoner sarà competitivo". Nelle prossime gare si assisterà all'ennesimo round tra Rossi e Lorenzo? Così il Dottore: "c'è sempre stata guerra tra me e lui, perché chiaramente lui vuole battermi e vuole diventare il leader della squadra. Queste ultime gare hanno contribuito ad aumentare la rivalità perché abbiamo lottato insieme, ma la Yamaha è contenta perchè ha i piloti più forti che guidano la loro moto", ha concluso

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -