MotoGp, patatrac Stoner in Qatar. Rossi suona la 104esima vittoria

MotoGp, patatrac Stoner in Qatar. Rossi suona la 104esima vittoria

DOHA - Voleva stravincere. Dimostrare di esser il più forte. Di essere l'anti-Rossi. Casey Stoner ha oltrepassato il limite sotto i riflettori di Losai, buttando all'aria un successo già sua. Il pilota della Ducati dopo appena sei giri si è auto-eliminato con una clamorosa scivolata, regalando a Valentino Rossi i primi 25 punti della stagione. Punti, come ha evidenziato il ‘Dottore' di Tavullia, che valgono doppio perché presi una pista tradizionalmente sfavorevole alla Yamaha.

 

Rossi si è dovuto sudare la sua 104esima vittoria, lottando con Andrea Dovizioso e Nicky Hayden particolarmente incarogniti sulla carena e con i motori Honda e Ducati che facevano la differenza lungo il rettilineo. La sveglia di Valentino è suonata a quattro giri dalla fine, quando dopo l'attacco di Dovizioso, ha deciso di allungare. Dovizioso ed Hayden, invece, hanno subito la rimonta di un ottimo Jorge Lorenzo, bravo a "spegnere" il cervello quando serviva.

 

Il terzo posto è andato a Dovizioso per una manciata di centesimi sulla rossa di Hayden. Ottimo quinto il campione del mondo Ben Spies, davanti alle Honda di Randy De Puniet e Daniel Pedrosa. Poca gloria per Loris Capirossi, che si è dovuto accontentare di un nono posto nella sua trecentesima apparizione nel Motomondiale. Buono l'esordio di Marco Simoncelli, undicesimo. Malissimo Marco Melandri, ultimo e con poche idee su come adattarsi sulla RC212V.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -