MotoGp, per Rossi 26 giri a Misano: ''Vorrei tornare in Germania''

MotoGp, per Rossi 26 giri a Misano: ''Vorrei tornare in Germania''

Valentino Rossi in azione al 'Misano World Circuit'

MISANO - Trentadue giorni dopo il terribile incidente al Mugello nel quale ha riportato la doppia frattura, esposta, di tibia e perone della gamba destra, Valentino Rossi ha sfidato le leggi della natura prendendo per mano la Yamaha YZF R1 di James Toseland. Per il ritorno in pista il nove volte iridato ha scelto il tracciato di casa, quello di Misano Adriatico, a pochi chilometri dalla sua Tavullia. Valentino è arrivato in autodromo intorno alle 18 a bordo di una ‘Mercedes'.

 

A precederlo il papà Graziano. Scortato dal personale della sicurezza, Valentino ha raggiunto il box dove ad attenderlo c'era la Yamaha di Toseland, senza sponsor perchè da regolamento non si può girare con una moto ufficiale al di fuori dei test, e con gomme Bridgestone. Alle 18.28 il primo assaggio, con una sequenza di 11 giri con un miglior tempo di 1′41 .000. Quindi è seguito un altro run di 15 tornate, il più rapido dei quali in 1'38''020 (tempo non ufficiale).

 

Per fare un confronto, Max Biaggi nell'ultimo gran premio a Misano ha girato con la sua Aprilia in 1'36''589. Ma il test di mercoledì è servito più che altro, come ha spiegato Rossi stesso in una nota della Yamaha, "per capire come dobbiamo lavorare da qui e per vedere più o meno come posso guidare la moto". Valentino ha parlato di "test positivo" perché ha capito che riesce a guidare, anche se ha ammesso che "c'è molto lavoro da fare per affrontare una gara di MotoGP".

 

Il nove volte iridato ha confessato di aver "avuto qualche dolore alla caviglia, al ginocchio e alla spalla, ma soprattutto mi mancava la forza nella spalla e un po' di movimento nella caviglia". Il desiderio sarebbe quello di tornare in pista per il Gran Premio di Germania, in programma al Sachsenring nel weekend del 18 luglio: "è ancora troppo presto per dirlo", ha affermato Rossi, ma "abbiamo ancora 12 giorni e dobbiamo aspettare e vedere quanto possiamo migliorare la mia condizione nei prossimi giorni".

 

Il campione di Tavullia per la prima volta è salito su una Superbike: "era bella e molto divertente da guidare".


Immagine tratta dal sito ufficiale della MotoGp

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -