MotoGp, perla di Rossi a Jerez: ''vittoria meravigliosa''

MotoGp, perla di Rossi a Jerez: ''vittoria meravigliosa''

JEREZ - Ha rubato la scena prima a Jorge Lorenzo, finito ruote all'aria nella ghiaia, e poi a Daniel Pedrosa, che ha assaporato a lungo il gusto del colpaccio. E' Valentino Rossi il re di Jerez: il pesarese della Yamaha, che ci teneva a vincere davanti al pubblico andaluso, ha spiccato il volo in campionato con 65 punti, 11 in più rispetto a Casey Stoner (terzo). "E' una vittoria meravigliosa ed importante perché siamo riusciti a risolvere i problemi che abbiamo avuto sabato", ha esordito.

 

La svolta del fine settimana è stato il warm-up, durante il quale il campione del mondo insieme alla squadra è riuscito a sistemare l'assetto della sua M1. "Questo mi fa essere ottimista anche per le prossime gare", ha ammesso il ‘Dottore'. In gara Rossi ha dovuto fare i conti prima con Lorenzo e poi con Stoner. A dieci giri dalla fine si è sbarazzato di Pedrosa che aveva inizialmente un margine di vantaggio sulla Yamaha numero 46. "Lui era molto veloce ma alla fine le cose sono migliorate e sono stato in grado di raggiungerlo e passarlo - ha spiegato -. E' bello essere tornato alla vittoria, specie qui a Jerez, un posto che amo".

 

Secondo Rossi per il mondiale sarà una lotta a quattro: "i miei avversari sono andati fortissimo. Stoner qui non è mai andato forte, ma  ha dimostrato di essere comunque un osso duro. Ha costretto all'errore Lorenzo ed è salito sul podio. Lorenzo invece alterna grandi gare a prestazioni come questa".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di graziella g./gigli
    graziella g./gigli

    Non e’stata una“domenica lunatica“per Valentino quella di oggi! Se l’è’ giocata bene il Rossi questa gara di Jerez,un po’ complicata per la partenza dal quarto posto:se ieri si e’ nascosto come sostenuto da Pedrosa…la strategia e’ stata premiante e ha lasciato proprio a bocca asciutta il pubblico spagnolo che sognava un eventuale testa a testa Lorenzo/Pedrosa. Ma quale e’ stato il motore che ha permesso a Valentino di essere cosi’ in forma? Qualcuno sostiene la gelosia nei confronti del competitoree della sua squadra; se questa e’ la “ benzina “di Rossi anche per la Repsol/Honda si aggiungono altri problemi oltre a quello tecnico irrisolto da anni , praticamente da quando Vale e’ andato in Yamaha. Questa splendida giornata rossiana e’ un grattacapo per la Ducati perche’ Stoner stava per essere superato anche da Lorenzo, scivolato accidentalmente, nel tentativo legittimo di rimonta per conquistare il terzo posto. Il fatto e’ piu’ significativo di quello della lieve caduta di Jorge in quanto ha messo in evidenza principalmente le difficoltà’ del pilota Ducati con un passo piu’ lento del maiorchino. E la casa bolognese non ha altri piloti competitivi nel suo carnet.Appare che solo Stoner sappia guidare questa moto Desmosedici dove prevale l’elettronica: in pratica , da quel che ho capito, la moto comanda e il pilota si adegua. Tutti i piloti che si sono succeduti sembra non accettino questo sistema e quindi non riescono ad essere competitivi. La dimostrazione l’ha data Melandri che con una Moto diversa non e’ piu’ nelle retrovie. Da Graziella G.Polettini/Gigli/Alleanzapopolareitaliana 03.05.2009

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -