MotoGp, Stoner concede il bis. Valentino ridimensiona Lorenzo

MotoGp, Stoner concede il bis. Valentino ridimensiona Lorenzo

MotoGp, Stoner concede il bis. Valentino ridimensiona Lorenzo

MOTEGI - Casey Stoner concede il bis. Dopo Aragon l'australiano ha conquistato anche Motegi, portando la Ducati al vertice in casa della Honda. L'ex campione del mondo, che nel 2007 sul tracciato nipponico ha fatto suo il suo primo titolo, ha preceduto di oltre tre secondi la Honda Repsol di Andrea Dovizioso. Sul gradino più basso del podio è salito Valentino Rossi, che ha respinto colpo sul colpo anche con la forza gli attacchi di Jorge Lorenzo.

 

Un duello maschio, da cardiopalma, che ha infiammato una gara noiosa. Il passato, il presente e il futuro della Yamaha in tre giri d'antologia, da allegarsi al libro del Motomondiale. Sorpassi e controsorpassi che hanno rievocato le sfide leggendarie con Max Biaggi, Sete Gibernau e Casey Stoner. Rossi, come nel 2009 a  Barcellona, ha ridimensionato a parità di moto e non di condizione fisica un Lorenzo avviato verso il primo titolo mondiale.

 

Lo spagnolo ci ha provato a mettersi davanti al 46, prendendosi anche qualche inutile rischio. Ma non c'erano in palio punti in quel duello. C'era in gioco il ruolo di più forte. E Valentino ha chiarito perchè è salito sul tetto del mondo per nove volte. La differenza forse l'ha fatta la fame del 'Dottore'. E a poche curve dal traguardo lo spagnolo ha ricevuto il messaggio.

 

"Era meglio per la vittoria - ha scherzato Valentino al parco chiuso -. Lorenzo mi ha voluto passare per forza nel primo giro e mi ha fatto perdere quattro decimi al giro. Il distacco è cresciuto a 1''6 e non ci siamo più schiodati da lì. Poi con queste gomme non sono a mio agio, sono abituato a correre con una mescola più dura, ma qui bisognava correre con le morbide. Ho avuto un calo negli ultimi giri e Lorenzo è tornato cattivo. E' stata davvero una bella battaglia".

 

Cinque infiniti minuti di corpo a corpo: "Quando mi ha preso ero sfinito, stanco e non rendevo più in staccata come all'inizio. Però mi son detto: "Sono gli ultimi tre giri, facciamo un piccolo sforzo in più". Sono davvero contento", ha concluso. La sorpresa di Motegi è Stoner. Qualcosa nella sua testa si è sbloccato dopo Aragon. Il suo è stato un successo netto e inaspettato. Scattato benissimo dalla terza posizione, si è messo in testa alla prima curva e da lì non si è più schiodato. "E' stata la gara più difficile per me - ha affermato - Ho spnto fino alla fine perché Dovizioso era sempre dietro a me. Una vittoria fantastica, che non mi aspettavo".

 

Dovizioso, ora pilota di punta in casa Hrc dopo l'infortunio di Dani Pedrosa (operato con successo alla clavicola fratturata), che partiva dalla prima pole in carriera nella classe regina, ha dato il tutto per tutto, senza però impensierire l'australiano. "Stoner ha fato un passo allucinante, non me lo aspettavo. A tre-quarti di gara ho dato il massimo, ci credevo. Era al limite. Ma anche io. Poi ho rischiato di finire a terra ed ho pensato che erano venti punti erano importanti. E' un bellissimo podio".

 

Sorride anche Colin Edwards (Yamaha Tech 3), quinto davanti ad un buon Marco Simoncelli (Honda Gresini): "E' stata una gara dura, ma molto bella - ha esordito il ‘Leone' di Coriano -. Dpo il warm-up pensavo di stare vicino ai primi ed invece sono partito male. Poi ho tirato come un matto e alla fine mi faceva male l'avambraccio. Così il mio ritmo è calato. Sono contento, speriamo di migliorare per le prossime gare".

 

Settimo posto per la Suzuki di Alvaro Bautista davanti al texano della Yamaha Ben Spies, in rimonta dopo un'escursione con la ghiaia insieme a Nicky Hayden (solo 12esimo con la sua Ducati). Ha perso la top ten nel finale per colpa di un'uscita di pista Marco Melandri (Honda Gresini), undicesimo alle spalle del francese Randy De Puniet (Honda LCR) e al giapponese Hiroshi Aoyama (Honda Interwetten). Ritirato per un problema alla sua Suzuki Loris Capirossi. Tra sette giorni si torna in pista a Sepang.

 

Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -