MOTOGP - Test a Phillip Island, Stoner super. De Angelis e Dovizioso in scia

MOTOGP - Test a Phillip Island, Stoner super. De Angelis e Dovizioso in scia

PHILLIP ISLAND – E’ Casey Stoner a dettar legge nella seconda giornata di test sul circuito australiano di Phillip Island. Il campione del mondo della MotoGp ha staccato il crono di 1’29’’938, dimostrando un eccellente passo gara. Sulla sua scia ci sono i “rookie” Alex De Angelis e Andrea Dovizioso, entrambi in sella alla Honda. Quest’ultimo è stato protagonista di una caduta senza conseguenze. Marco Melandri, settimo, migliora il feeling con la sua Ducati. Ottavo Loris Capirossi.


Stoner ha completato 45 giri, spiccando la migliore prestazione al 43esimo passaggio. L’australiano della Ducati ha proseguito il lavoro di sviluppo della sua GP8 iniziato la scorsa settimana in Malesia, provando anche delle nuove mescole di gomma messe a disposizione dalla Bridgestone. Quel che più impressiona è il ritmo gara. Stoner ha girato con apparente scioltezza, staccando i rivali anche in condizioni di bagnato. In mattina, infatti, la pioggia ha disturbato non poco il lavoro delle squadre.


Alle spalle del campione del mondo si sono piazzati i due “rookie” che promettono, occhio al cronometro, cose buone per la stagione 2008. Alex De Angelis (1’30’’449), in sella alla sua Honda del team Gresini ed Andrea Dovizioso del team Honda Jir Scot (1’31’’074), hanno spiccato rispettivamente il secondo ed il terzo tempo. Il forlivese è stato protagonista anche di una caduta, fortunatamente senza conseguenze fisiche.


Migliora sempre di più il feeling tra Marco Melandri e la sua Ducati GP8. Il pilota di Ravenna del team Marlboro ha ottenuto il settimo riscontro cronometrico con 1’31’’478, preceduto dalla Honda Gresini di Shinya Nakano, da quella ufficiale di Nicky Hayden e dalla prima delle Yamaha, quella del due volte campione del mondo di Superbike James Toseland.


Dietro al codone della Ducati di Melandri si è piazzata la Suzuki di Loris Capirossi (1’31’’545), alle prese con prove di gomme e di nuove componenti per render più competitiva la sua GSV-R poco adatta alle caratteristiche del tracciato di Phillip Island. Brutta caduta in mattinata per lo statunitense della Kawasaki John Hopkins, costretto allo stop forzato a causa di uno strappo al muscolo inguinale.

TEST PHILLIP ISLAND, DAY 2

1- Casey Stoner - Ducati Desmosedici GP8 - 1'29.938 (45 giri)
2- Alex De Angelis - Honda RC212V - 1'30.449 (54 giri)
3- Andrea Dovizioso - Honda RC212V - 1'31.074 (60 giri)

4- Shinya Nakano - Honda RC212V - 1'31.316 (74 giri)
5- Nicky Hayden - Honda RC212V - 1'31.373 (72 giri)
6- James Toseland - Yamaha YZR M1 - 1'31.451 (55 giri)
7- Marco Melandri - Ducati Desmosedici GP8 - 1'31.478 (80 giri)
8- Loris Capirossi - Suzuki GSV-R - 1'31.545 (62 giri)

9- Randy De Puniet - Honda RC212V - 1'31.575 (72 giri)
10- Colin Edwards - Yamaha YZR M1 - 1'31.593 (44 giri)
11- Chris Vermeulen - Suzuki GSV-R - 1'31.774 (50 giri)
12- Anthony West - Kawasaki ZX-RR - 1'32.242 (75 giri)
13- Toni Elias - Ducati Desmosedici GP8 Sat - 1'32.246 (59 giri)
14- Sylvain Guintoli - Ducati Desmosedici GP8 Sat - 1'32.431 (64 giri)
15- John Hopkins - Kawasaki ZX-RR - 1'42.130 (27 giri)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -