MotoGp, tra la vittoria e Dovizioso un super Stoner

MotoGp, tra la vittoria e Dovizioso un super Stoner

MotoGp, tra la vittoria e Dovizioso un super Stoner

MOTEGI - Andrea Dovizioso torna sul podio. A Motegi il portacolori della Honda del team Repsol si è dovuto arrendere solo allo strapotere di Casey Stoner. Il forlivese ha cercato di spingere per arrivare a lottare per la vittoria, ma ha perso decimi preziosi in un highside che lo ha quasi buttato a terra, regalando all'australiano una margine importante. I venti punti incassati gli hanno permesso di arpionare il quarto posto in campionato.

 

"Ho spinto al 100% per tutta la gara e i tempi sul giro miei e di Casey sono stati impressionanti - ha affermato il romagnolo -. All'inizio, Casey è stato molto veloce quando le gomme non erano completamente in temperatura e, in quel momento, ho capito che sarebbe stata una lotta dura con lui. Non so cosa abbia fatto Casey per il suo ritmo, ma la sua velocità era incredibile".

 

Dovizioso ha spiegato che il ducatista era particolarmente consistente in almeno tre punti della pista: "Ho visto che anche lui era al limite e, quindi, ho continuato a spingere. E 'stato difficile mantenere il ritmo con le gomme negli ultimi giri e ho quasi avuto un highside a tre giri dalla fine. In quel momento ho capito che non potevo vincere la gara".

 

Il forlivese non ha nascosto il suo rammarico: "Dopo la pole volevo la vittoria e pensavo che fosse possibile, ma sono davvero felice di essere tornato sul podio". La gara è stata anche importante per imparare la "strategia per la regolazione delle impostazioni elettroniche per la parte finale della gara, quando le prestazioni degli pneumatici diminuiscono".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -