MotoGp, Valentino torna al Mugello: ''E' sempre bello''

MotoGp, Valentino torna al Mugello: ''E' sempre bello''

MotoGp, Valentino torna al Mugello: ''E' sempre bello''

MUGELLO - Valentino Rossi a 100 giorni dal terribile incidente nel quale si è procurato la frattura esposta di tibia e perone della gamba destra è tornato sul tracciato del Mugello. Il campione di Tavullia è salito in sella ad una Yamaha Supertenerè sull'imbrunire e sotto una debole pioggia nell'ambito di un'iniziativa promozionale. Con lui hanno sfilato altri 60 appassionati di motociclismo come Giacomo Agostini e Kevin Schwantz.

 

"Mai provato il Mugello di notte - ha affermato il pesarese -. Il Mugello è sempre bello, più che spettacolare in queste condizioni particolari". Poi si è lasciato andare ad una lunga risata quando gli è stato chiesto cosa ha pensato quando è transitato sulla curva Biondetti dove il 5 giugno è caduto. Poco prima dei due giri in pista completati, Valentino ha incontrato il direttore dell'autodromo Paolo Poli per un ringraziamento a tutto lo staff del circuito per come è stato soccorso.

 

"Se sono potuto tornare così presto a correre è perchè il professor Roberto Buzzi che mi ha operato al Cto di Firenze ha fatto un lavoro perfetto - ha evidenziato il pilota della Yamaha -. Solo così è stato possibile un recupero eccezionale". Dopo l'infortunio il nove volte campione del mondo si sta impegnando personalmente per ottenere miglioramenti nella sicurezza in pista: "Stiamo progettando con la Dainese degli air-bag per proteggere anche gambe, braccia e mani".

 

"Sono le parti più vulnerabili durante una caduta in pista" ha spiegato. Un pensiero anche alla sicurezza nelle gare: "Prima di tutto non è necessario mettere in sella alle moto ragazzini troppo giovani ma quello che è successo a Misano nella gara di Moto2 con la morte di Shoya Tomizawa si può provare a evitarlo, facendo correre solo 26 piloti ed escludendo chi risulta più lento nelle prove".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -