Napoli, un'altra serata storta. L'Ultrech strappa uno 0-0

Napoli, un'altra serata storta. L'Ultrech strappa uno 0-0

Napoli, un'altra serata storta. L'Ultrech strappa uno 0-0

NAPOLI - Continua il momento no del Napoli. La squadra di Walter Mazzarri non è riuscita a riscattare l'opaca prestazione di domenica scorsa in campionato contro il Bari non andando oltre lo 0-0 contro l'Ultrech nel primo match della fase a gironi di Europa League. Il pubblico del San Paolo ha avuto le sue buone ragioni per rumoreggiare dopo il fischio finale: gli azzurri hanno disputato una gara piena di errori, con una difesa troppo ballerina, ed un reparto offensivo abulico.

 

Solo nel finale di gara, con l'ingresso in campo di Hamsik e Maggio, i padroni di casa hanno provato a conquistare i 3 punti. In difesa bocciati Aronica e Santacroce, rimandati a centrocampo Gargano ed i debuttanti Yebda e Sosa. In attacco si è visto poco Lavezzi, mentre Cavani è stato poco cercato dalla squadra. Gli ospiti si sono proposti soprattutto con Mertens, abile a mettere in difficoltà una difesa che faceva praticamente acqua da tutte le parti.

 

"E' stata una giornata storta - ha tagliato corto Mazzarri -. Hanno giocato al di sotto delle possibilità. Ad inizio campionato giocare spesso per qualcuno non va bene perchè non è abituato. Chi ha giocato meno ha trovato difficoltà". Il tecnico toscano ha applicato il turn-over con l'inserimento dei nuovi arrivati: "Era rischioso mandarli in campo, ma dovevo farlo. Quando si cambia tanto in una formazione c'e' sempre qualcosa che non va. Ci sono stati errori difensivi".

 

I fischi a fine gara? "Anche io se ero sugli spalti lo avrei fatto, a fine gara può anche starci", ha concluso Mazzarri. La prossima gara sarà in trasferta contro lo Steaua Bucarest: "Sarà molto difficile - ha affermato Hamsik -. I tifosi sono molto caldi lì come a Napoli e sarà una battaglia".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -