Superbike, Tom Sykes conquista una Superpole da record. Melandri 5°

Domenica primi collegamenti su Italia1 alle 10.00 e diretta di Gara 1 alle 1.30. Dalle 11.10 la trasmissione Fuori Giri. Collegamenti per le altre gare dalle 11.30 e alle 12:45 per Gara 2

Foto di Marzio Bondi

Tom Sykes cala il tris a Misano. Il portacolori della Kawasaki ha conquistato la Superpole del Gran Premio della Riviera di Rimini, settimo round del mondiale Superbike. E l'ha fatto con un giro stratosferico, che gli ha permesso di strappare a Troy Corser il nuovo record dell'impianto rivierasco in 1'34"883. Al fotofinish il campione del mondo in carica ha strozzato il grido di gioia a Davide Giugliano, che ha portato la Ducati al secondo posto col crono di 1'35"079. Completa la prima fila l'Aprilia di Sylvain Guintoli, a 223 millesimi da Sykes.

Aprirà la seconda fila la Kawasaki di Loris Baz, che ha preceduto l'Aprilia di Marco Melandri (+0.433) e la quattro cilindri di Noale del team Red Devils di Toni Elias. Melandri ha comunque dimostrato durante tutti i turni di aver un passo gara in grado da permettergli di lottare per il gradino più alto del podio. Scatterà la terza fila l'altra Ducati ufficiale di Chaz Davies, davanti alla Honda di Jonathan Rea e alla Suzuki di Eugene Laverty. Ottimo decimo tempo per Niccolò Canepa, in sella alla Ducati in configurazione "Evo" preparata dal team Althea.

"E' un sogno aver battuto il primato a Troy - ha esordito il pilota britannico -. Sono molto contento. Mi fa ancora male il polso, ma essere qui in Italia dà una motivazione speciale. E' un'emozione. Volevo dare massimo e ci sono riuscito". Sykes dovrà guardarsi bene alle spalle: dietro ci sono un Davide Giugliano ed un Sylvain Guintoli pronti a dar battaglia. "Pensavo di aver fatto un giro fantastico, ma ci ha pensato Tom a fare meglio di me - ha dichiarato  Giugliano -. Sono soddisfatto, ora cercherò di ripagare il tifo con una bella prestazione".

"Esser in prima fila è molto importante perchè la prima curva è molto stretta ed è vicina alla partenza - ha dichiarato Guintoli, staccato di 223 millesimi dalla Superpole -. E' un risultato che mi soddisfa". Melandri è comunque soddisfatto: "Qui non si sorpassa bene come a Sepang. E' necessario fare una bella partenza e non lasciare troppo spazio agli avversari. In configurazione gara la moto va bene, devo ancora sistemare qualcosa sul giro secco con la gomma morbida". L'Aprilia è pronta a giocarsi il suo jolly: a Misano ha dominato le edizioni 2010 e 2012 con Max Biaggi, con il "Corsaro" protagonista nell'anno dell'ultimo mondiale di una clamorosa rimonta dalle retrovie.

IN TV - Domenica primi collegamenti su Italia1 alle 10.00 e diretta di Gara 1 alle 1.30. Dalle 11.10 la trasmissione Fuori Giri. Collegamenti per le altre gare dalle 11.30 e alle 12:45 per Gara 2. A seguire, Fuori Giri con i commenti alla giornata. Su Italia2 anche collegamenti già dalla mattina alle 8.35 per seguire le fasi del warm up delle varie classi. Gare in differita su Eurosport (gare in differita dalle 17.40) e dirette su Eurosport 2 (11.30 diretta SuperSport, 13.00 diretta Gara 2 Sbk, 14.00 diretta Superstock 1000, 23.00 differita Gara 2 Sbk).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dall'inviato, Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -