Olimpiadi, atletica: Liu Xiang si ritira nei 110 ostacoli

Olimpiadi, atletica: Liu Xiang si ritira nei 110 ostacoli

Alle Olimpiadi si consuma il dramma cinese. L'atleta più rappresentativo della Cina, l'ostacolista Liu Xiang, ex detentore del record del mondo dei 110 hs, si è infortunato alla coscia sinistra durante l'ultima batteria di qualificazione. Xiang è considerato uno dei più grandi atleti cinesi di sempre, dopo la medaglia d'oro dei 110 ostacoli alle Olimpiadi di Atene 2004. Xiang è scattato dai blocchi di partenza nella batteria di qualificazione, e la sua faccia preoccupata non era dovuta alla falsa partenza, bensì al riacutizzarsi dell'infortunio alla coscia sinistra che già da tempo affliggeva il campione cinese.

 

Liu Xiang si è così tolto la pettorina con il numero di gara, ed a testa bassa e scuro in volto ha abbandonato la pista e si è recato negli spogliatoi, tra la disperazione della gente in tribuna e di tutta la Cina, che da Xiang si aspettava un'altra medaglia d'oro. E invece davanti alle telecamere si è presentato poco dopo Feng Shuyong, ct della nazionale cinese di atletica, che quasi in lacrime ha spiegato il problema dell'ostacolista: "L'infortunio risale a sabato, ma fino a ieri Liu si è allenato e sentiva molto male ma ha voluto presentarsi ugualmente perché non voleva rinunciare".

 

Intanto la Cina ha migliorato il record di medaglie d'oro a metà Olimpiade dopo nove giorni di gare, ottenuto ad Atene 2004 in cui ne aveva già ottenute 32. In questa edizione dei Giochi Olimpici, infatti, i cinesi hanno già conquistato 35 medaglie d'oro, per un totale di 61 (13 argenti e 13 bronzi).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -