Olimpiadi, nell'equitazione scoperti quattro cavalli dopati

Olimpiadi, nell'equitazione scoperti quattro cavalli dopati

HONG KONG - Il doping, e non è una novità, colpisce anche i cavalli. Tre binomi sono infatti stati squalificati dal salto ostacoli olimpico individuale, che si conclude oggi a Hong Kong, per la positività dei cavalli alla capsaicina, sostanza irritante capace di renderli gli animali ipersensibili al dolore, ma anche utilizzata come anestetico.

 

Anche Coester, il cavallo del tedesco Christian Ahlmann, è stato trovato positivo alla stessa sostanza. Ahlmann era uno dei big (bronzo con la squadra ad Atene 2004 e agli Weg di Aquisgrana 2006), che non è però in gara nell'individuale ed era stato controllato nella prova a squadre.

 

I tre binomi squalificati sono il norvegese Tony Andre Hansen (su Camiro), facente parte della Norvegia che ha già conquistato il bronzo nella gara a squadre, lo spagnolo Bernardo Alves su Chupa Chup e l'irlandese Denis Lynch su Latinus.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'utilizzo di sostanze capaci di rendere i cavalli ipersensibili nel salto ostacoli è spesso utilizzato in quanto i cavalli, molto sensibili al dolore, cercano di non toccare gli ostacoli stessi, ottenendo così meno penalità e quindi risultati migliori.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -