Palermo, Ballardini scalda il 'Barbera': "Pubblico sarà determinante"

Palermo, Ballardini scalda il 'Barbera': "Pubblico sarà determinante"

PALERMO - "Il pubblico per noi sarà determinante". E' questo il pensiero dell'allenatore del Palermo, Davide Ballardini, espresso in conferenza stampa al Tenente Onorato di Boccadifalco alla vigilia della sfida con la Juventus.

 

"A casa nostra - prosegue il tecnico - ci esprimiamo bene, anche per il calore che la gente, specie nei momenti difficili, ci concede". Oltre al fondamentale apporto del pubblico, sara' importante pero', spiega Ballardini, puntare "al gioco e alla grande intensita' di sempre. Dobbiamo essere bravi. La Juventus- aggiunge- e' una squadra che se sta bene puo' farti male. E' una formazione che alla fine ti impone di dare il massimo".

 

I bianconeri, sottolinea infatti il tecnico rosanero, non sono piu' quelli sconfitti all'andata: "Quella era una Juventus diversa, con tante assenze", ricordando anche che "prima di arrivare a quella vittoria la mia squadra aveva gia' fatto bene in campionato, ma da quella partita noi abbiamo costruito un certo modo di giocare, dando continuita' ai risultati".

 

In quanto alla difficile sfida che opporra' la Juve al Chelsea in Champions league, per il tecnico rosanero "non ci saranno particolari vantaggi per noi. Il Palermo- dice Ballardini- dovra' comunque essere bravo in tutto. Quando la Juve sta bene e' difficile, quando stanno meno bene si comportano comunque in maniera dignitosa, vedi Catania".

 

Ballardini, insomma, non si aspetta una Juventus distratta o arrendevole: "La Juventus non verra' a Palermo per firmare un pareggio. Verranno per giocarsi la partita, come noi, che ambiamo a migliorarci". Due parole poi sull'ex Amauri: "Sono molto contento dei giocatori e degli uomini che ho a disposizione, quindi non ho mai immaginato il mio Palermo con Amauri. Lui- continua- e' un'attaccante di grande qualita' e mi dicono anche di grande personalita', ed e' giusto che possa misurarsi in una grande squadra come la Juventus. E' giusto, poi, che il popolo rosanero lo accolga come merita".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ranieri? "Non lo conosco personalmente ma lui fa parte di quella categoria di allenatori che va incontro al futuro. Ranieri e' un esempio per i suoi giocatori e per il calcio". In chiusura, Ballardini evidenza le qualita' della Juventus: "E' una squadra in ripresa, che ha quantita' e qualita'. La forza della Juve sta nei giocatori e nel collettivo, nella qualita' dei calciatori che ha e non solo. E' una squadra molto fisica, hanno uomini di grande spessore atletico e di personalita'". Il tecnico rosanero lascia pero' poche speranze alla Juve in ottica scudetto: "A questo punto e' solo l'Inter che lo puo' perdere. Le altre lotteranno solo nella speranza che i nerazzurri lascino qualcosa".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -