Paolo Simoncelli: "Marco era già morto"

Paolo Simoncelli: "Marco era già morto"

Paolo Simoncelli all'arrivo a Fiumicino

Voce bassa, ma serena. Paolo Simoncelli racconta gli ultimi momenti di vita del figlio Marco, morto tragicamente durante il Gran Premio della Malesia, penultimo round del Motomondiale. Il padre del 24enne che correva con i colori del team Gresini evita qualunque polemica sui soccorsi: "Marco era già morto. Ero vicino ai barellieri. Ho provato a salutarlo. Ma già non c'era più". Paolo Simoncelli ha spiegato di aver aiutato i soccorritori, ma Marco "era già morto".

 

Il padre di Marco ha ringraziato le autorità malesi e l'ambasciatore italiano per l'assistenza e tutti gli addetti del circuito di Sepang. Quindi ha ricordato le ultime ore di "Super Sic": "La Malesia è sempre stata una gara difficile, ma alla partenza mi ha detto che era sicuro di far bene. Sabato si sentiva stanco e non vedeva l'ora di tornare". Quindi un ritratto del giovane pilota: "Era disponibile con tutti, prima di ogni gara ci abbracciavamo sempre".

 

"Era tornato il Marco di prima - ha continuato in merito all'incidente -. Se avesse lasciato andare la moto non sarebbe morto. Ma era un guerriero".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -