Paura Button, il campione del mondo sfuggito ad un agguato

Paura Button, il campione del mondo sfuggito ad un agguato

Paura Button, il campione del mondo sfuggito ad un agguato

INTERLAGOS (Brasile) - Jenson Button è sfuggito ad un tentativo di rapimento a San Paolo. Il portacolori della McLaren Mercedes, impegnato questo weekend ad Interlagos per il Gran Premio del Brasile, si trovava a bordo di un'auto blindata guida da un poliziotto che lo stava accompagnando in albergo. Improvvisamente è stato assalito da un commando. L'agente di polizia, a colpi di sportellate, è riuscito a sfuggire all'agguato, facendosi largo nel traffico.

 

Button è uscito illeso dall'attacco così come il padre del campione del mondo in carica, il manager e il preparatore. Il fatto è avvenuto sabato sera. "Le autorità di San Paolo hanno agito con efficienza per garantire sicurezza supplementare a Jenson e al personale della McLaren'', ha reso noto la scuderia in una nota. Button non ha rilasciato dichiarazioni ufficiali dopo la disavventura.

 

 La 'Bbc' ha riportato poche parole del pilota, che avrebbe definito ''un'autentica leggenda'' l'abilissimo autista. Più loquace invece Richard Goddard, manager del campione del mondo. ''Eravamo usciti dal circuito da 3-4 minuti - ha affermato -. Penso fossero più di 4 o 5 uomini, saltati fuori da un edificio. Uno brandiva un pezzo di legno, forse una mazza da baseball".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -