Pechino capitale del mondo: via alle Olimpiadi dello stupore

Pechino capitale del mondo: via alle Olimpiadi dello stupore

Pechino capitale del mondo: via alle Olimpiadi dello stupore

E' cominciata l'Olimpiade dell'Italia, che alle 17 italiane (le 23 a Pechino) ha sfilato alla cerimonia d'aperture dei Giochi 2008. Antonio Rossi, il canoista di Lecco alla sua quinta olimpiade, ha fieramente portato la bandiera italiana, reggendola con una sola mano, unico degli alfieri a farlo tra le 203 nazionali sfilate. Una cerimonia spettacolare e ricca di colpi di scena, anche se non tra le più belle di sempre e soprattutto inferiore a quella di Torino 2006.

 

La cerimonia d'apertura nel "Nido d'uccello", l'avveniristico stadio olimpico di Pechino, è cominciata in modo scintillante davanti ad un pubblico di 90mila persone. A precedere la cerimonia non poche polemiche, soprattutto sul tema dei diritti umani, spina nel fianco della Cina.

 

Tutti gli occhi del mondo sono puntati sulla capitale della grande Cina, che non vuole perdere l'occasione olimpica per mostrare al mondo tutta la propria forza e la propria potenza. E così solo per l'avvio dei giochi pirotecnici che hanno aperto la cerimonia inaugurale, sono state impiegate ben 6mila persone.

 

Fuochi d'artificio che hanno accompagnato il percorso da piazza Tienanmen fino allo stadio olimpico, con uno spettacolare effetto. Incredibilmente bella anche l'elevazione dei cinque cerchi, che dal pavimento dello stadio sono stati sollevati in cielo, come a simboleggiare l'importanza dei valori dell'olimpismo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -