Per Kubica ''salto in avanti importante''. Serviranno altri interventi

Per Kubica ''salto in avanti importante''. Serviranno altri interventi

Per Kubica ''salto in avanti importante''. Serviranno altri interventi

SAVONA - Robert Kubica "ha fatto un salto in avanti importante". Lo ha affermato il manager del pilota polacco, Daniele Morelli. Inoltre è arrivata la notizia che tutti gli appassionati di F1 attendevano dopo una domenica di passione: il portacolori della Lotus Renault, rimasto gravemente ferito nel corso del rally Ronde di Andora, nel Savonese, ha già mosso le dita della mano destra. Inoltre ha risposto alle domande dei medici e ha riconosciuto genitori, fidanzata e il manager.

 

"Robert ha fatto piccoli movimenti, e anche se questo è quello che ci aspettavamo, rappresenta un ottimo segnale per il futuro", ha detto il dottor Igor Rossello, responsabile del Centro regionale di chirurgia della mano di Savona, che ha affiancato gli specialisti del Trauma center dell'ospedale Santa Corona. I sanitari hanno garantito che l'emorragia è quasi completamente recuperata. Kubica, che respira autonomamente, resterà in terapia intensiva per altre 24-48 ore.

 

Nell'incidente, ha spiegato Francesco Lanza, primario del reparto di ortopedia e traumatologia, il polacco ha subito una sub amputazione dell'avambraccio destro, con la doppia frattura di radio e ulna, una complessa frattura del gomito e della spalla e forse una rifrattura dell'omero che si era già fratturato in un vecchio incidente. Gomito, spalla e omero non sono ancora state ancora operate, dato che si è dovuto inizialmente intervenire per ridurre le lesioni più gravi.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto concerne la gamba, il polacco ha riportato fratture pluriframmentato di tibia e perone, nonché il distacco da taglio del tendine rotuleo. La gamba per il momento ha subito una fissazione esterna in quanto non si poteva rischiare un intervento che poteva dare causare polmonari. "La situazione promette bene - ha affermato il primario di terapia intensiva -. La mano destra va bene ma le lesioni sono state complesse e il periodo di riabilitazione sarà piuttosto lungo".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -