Piqué illude il Barcellona, l'Inter vola in finale

Piqué illude il Barcellona, l'Inter vola in finale

MILANO - Trentotto anni dopo la finale contro l'Ayax, l'Inter vola in finale di Champions League. La squadra di Josì Mourinho ha eliminato i campioni in carica del Barcellona. Al Camp Nou gara sofferta per i nerazzurri, con novanta tutta in copertura, ma senza concedere più di tanto ai padroni di casa spinta da oltre 90mila spettatori, trafitti solo al 39' del secondo tempo da Piquè. Straordinaria la prova della retroguardia, con Julio Cesar decisivo in più di un'occasione.

 

Prima del fischio d'inizio, Mourinho ha dovuto ridisegnare la squadra per l'infortunio di Pandev durante la fase di riscaldamento. Al suo posto Chivu. Al 28' il primo brivido per i nerazzurri, con l'espulsione di Thiago Motta per una manata ingenua su Busquets (contatto tutt'altro che violento). A quel punto Eto'o e Milito si sono sacrificati a coprire le fasce, con Sneijder come mezzapuinta e Cambiasso come centrocampista.

 

Al 32' l'unica clamorosa per i blaugrana, con un tiro a giro di Messi annullato in volo con due dita da uno strepitoso Julio Cesar. Nella ripresa il Barcellona non è riuscito a sfondare il muro difensivo. Ultimi dieci minuti da incubo. Al 37' il colpo di testa di Bojan, subentrato ad un opaco Ibrahimovic, si è spento di poco a lato. Due minuti più tardi il goal di Piquè, sul filo del fuorigioco, lesto a saltare Julio Cesar. Il Camp Nou a quel punto sperava nella remuntada.

 

E lo stadio è esploso poco dopo per la palla nel sette di Bojan, ma l'arbitro aveva fischiato poco prima. Gli ultimi cinque minuti Barça in attacco, ma la festa è dell'Inter. Sabato 22 maggio, al Santiago Bernabeu, la sfida decisa contro il Bayern Monaco.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -