Superbike, Rea vuole dominare anche a Imola: "Non sarà come nel 2016"

Il due volte campione del mondo Superbike è intenzionato più che mai a recitare il ruolo di assoluto protagonista del 2017 e anche sui sali e scendi del Santerno vuole piazzare la doppia zampata

Jonathan Rea avverte: "A Imola ci sarà una Kawasaki più competitiva dello scorso anno". Il due volte campione del mondo Superbike è intenzionato più che mai a recitare il ruolo di assoluto protagonista del 2017 e anche sui sali e scendi del Santerno vuole piazzare la doppia zampata. Lo scorso anno trovò in Chaz Davies il bastone tra le ruote, ma secondo il nordirlandese, che a Imola ha già vinto in passato ("è una pista che mi piace e adoro l'atmosfera"), quest'anno non andrà allo stesso modo: "La nostra moto sta attraversando un periodo migliore dello scorso anno e questo mi da molta fiducia".

"L’anno scorso a Imola abbiamo incontrato molte difficoltà e trovato avversari molto forti - ammette il portacolori della Kawasaki à-, ma quest’anno la nostra moto è ancora più competitiva e sono curioso di vedere come si comporterà la ZX-10RR. Stiamo già lavorando per cercare di avere un buon pacchetto per entrambe le gare". Rea guida la classifica con un vantaggio di 64 punti sul compagno di squadra Tom Sykes, che si sta gradualmente ristabilendo dopo alcuni malesseri.

"La mia condizione fisica è migliorata e, incrociando le dita, dovrei fare un lavoro migliore - commenta l'ex iridato -. Questo miglioramento mi rende ottimista e spero di essere sulla strada giusta. Ora guardiamo a Imola, dove ho raccolto buoni successi in passato. Dopo le recenti prestazioni, sono abbastanza fiducioso di fare un bel weekend di gare. Abbiamo un bel pacchetto ed alla fine andiamo a Imola per lottare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giovanni Petrillo
 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -