Preview Gp Ungheria, Alonso: ''Mondiale aperto''

Preview Gp Ungheria, Alonso: ''Mondiale aperto''

Preview Gp Ungheria, Alonso: ''Mondiale aperto''

BUDAPEST - Galvanizzato dalla vittoria di domenica scorsa ad Hockenheim, Fernando Alonso guarda già all'immediato appuntamento dell'Hungaroring, il tracciato ungherese che domenica ospiterà la dodicesima prova del mondiale di F1. Sulla pista, a pochi chilometri da Budapest, il pilota della Ferrari ha conquistato nel 2003, quando correva per la Renault, la prima vittoria della sua brillante carriera nel ‘Circus'. L'auspicio sarebbe quello di vincere anche questo weekend.

 

Grazie al successo stagionale in Germania, Alonso ha ridotto a 34 le lunghezze di svantaggio dal leader del mondiale Lewis Hamilton. "Il nostro approccio al Mondiale non cambia - ha affermato lo spagnolo -. Sapevamo che la macchina stava tornando ad essere competitiva, per questo eravamo fiduciosi". Prima di Hockenheim la Ferrari ha vissuto un periodo negativo: l'uno-due firmato con Massa, ha evidenziato Alonso, era per i tecnici di Maranello che hanno lavorato duramente.

 

"Nessuno ha mai mollato - ha evidenziato - e so quanta soddisfazione abbia dato alla squadra vedere due Ferrari tagliare il traguardo davanti a tutti i nostri avversari: era un mese che ci eravamo ripromessi di portare almeno un successo a casa prima della pausa estiva". Alonso promette battaglia: "Domenica sarà una gara impegnativa dal punto di vista fisico e mentale. E' importante non lasciarsi prendere dalla foga e strafare perché gli errori si pagano a caro prezzo, soprattutto in qualifica".

Per Alonso quello di Budapest "è un circuito speciale", dove ha vinto per la prima volta in F1. "Non ricordo molto di quel 24 agosto 2003, tante furono le emozioni: sarebbe bello riviverle questo weekend al volante di una Ferrari, ha sostenuto". "Il tracciato - ha aggiunto - è ricco di curve in successione, non c'è tempo per riposare: serve una macchina in grado di affrontare bene tutti i saltellamenti del tracciato e i cordoli". Per il Mondiale i giochi sono ancora aperti. "L'ho già detto, i conti si fanno solo alla fine", ha concluso.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -