Robinho illude, Pazzini ferma la fuga del Milan

Robinho illude, Pazzini ferma la fuga del Milan

Robinho illude, Pazzini ferma la fuga del Milan

MILANO - C'è Gianpaolo Pazzini tra il Milan e la fuga. Si ferma a cinque il numero delle vittorie consecutive della squadra di Max Allegri, che non è andata oltre l'1-1 nell'anticipo pomeridiano contro la Sampdoria. Un bel triangolo Robinho-Ibra-Robinho ha portato la capolista in vantaggio in chiusura di primo tempo. Nei minuti iniziali della ripresa è arrivato il pareggio di Pazzini, abile ad approfittare di un errore difensivo della retroguardia rossonera.

 

Nel finale Seedorf e Robinho hanno avuto le occasioni per il 2-1. Allegri può consolarsi con una prestazione piuttosto convincente dei suoi e la certezza di aver trovato un buon assetto d'impostazione gioco. Per la Sampdoria meritati applausi. Orfani di Antonio Cassano, i blucerchiati hanno strappato un punto alla squadra più in forma del momento concedendo poco in difesa. Serve però al ‘Pazzo' una buona spalla.

 

"La squadra ha fatto una delle migliori gare dell'anno, se non la migliore - ha affermato Allegri -. Abbiamo sbagliato soltanto in occasione dell'angolo, può capitare. Sono comunque molto contento del lavoro fatto dai ragazzi, meritavamo la vittoria anche se la Sampdoria ha fatto tutto il possibile per negarcela e ci è riuscita". Ancora una bocciatura per Ronaldinho: "La squadra stava facendo bene e mi sembrava sbagliato cambiare rischiando di rompere gli equilibri".

 

"Faccio i complimenti ad Allegri - ha commentato Mimmo Di Carlo -. Abbiamo affrontato la squadra più forte del campionato. Abbiamo avuto una reazione importante dopo lo svantaggio, anche se poi si sono resi ancora pericolosi nel finale". L'allenatore della Samp ha evidenziato i pregi del Milan. "Non c'è solo Ibra - ha evidenziato -. Robinho è eccezionale, Seedorf sa muoversi tra le linee e Ambrosini e Boateng si inseriscono sempre. Hanno fisico e qualità".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -