Scandalo Inter, la società si difende: "Nessun rapporto con i boss"

Scandalo Inter, la società si difende: "Nessun rapporto con i boss"

L'Inter prende le distanze dalle accuse di legami con ambienti mafiosi emerse in queste ore da una serie di intercettazioni telefoniche. Ernesto Paolillo, amministratore delegato del club neroazzurro, ha respinto ogni accusa. "Non sapevamo nulla di tutta questa vicenda - ha spiegato il manager -, non conosciamo i fatti riportati dai giornali e non abbiamo alcun commento da fare. Posso solo precisare che Domenico Brescia non ha avuto mai alcun rapporto di lavoro con l'Inter".

 

Paolillo non ha escluso, però, contatti tra il boss e alcuni elementi della squadra. "Brescia aveva forse contatti con i giocatori - ha ammesso l'amministratore delegato - ma non ha mai avuto nulla a che fare con la società Inter che non gli ha mai affidato alcun lavoro".

 

Anche gli Inter club si difendono. "Con Domenico Brescia avevamo rapporti di natura solo commerciale - ha spiegato Fausto Sala, responsabile del Centro Coordinamento Inter Club -: era il sarto delle emergenze, visto che il suo negozio di Rovello Porro è molto vicino alla Pinetina e quindi ci rivolgevamo a lui per qualsiasi problema riguardante le divise dei giocatori".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -