Silverstone, Alonso a secco: ''Non smetterò di lottare''

Silverstone, Alonso a secco: ''Non smetterò di lottare''

Silverstone, Alonso a secco: ''Non smetterò di lottare''

SILVERSTONE - Ancora una domenica da dimenticare per Fernando Alonso. Lo spagnolo della Ferrari, dopo il terzo tempo nelle qualifiche, ha chiuso il Gran Premio d'Inghilterra al quattordicesimo posto. Alonso, che non è partito bene, è scivolato al quinto posto scavalcato dalla McLaren di Lewis Hamilton, dalla Renault di Robert Kubica e dalla Mercedes Gp di Nico Rosberg.

 

Al 28esimo giro la direzione gara ha infatti deciso di penalizzare Alonso per un taglio di chicane durante il sorpasso a Kubica. L'asturiano dopo il passaggio ai box è precipitato nelle zone basse della classifica. "Ho fatto una brutta partenza - ha esordito Alonso -. Abbiamo avuto dei problemi con la frizione e poi c'è stato l'episodio con Kubica che ha ulteriormente segnato la mia corsa. Non voglio fare commenti sulla decisione presa dalla Giuria".

 

"La squadra ha agito in maniera corretta ma l'ordine di restituire la posizione è arrivato quando avevo già superato un altro pilota e, nel frattempo, Kubica stava vistosamente rallentando per poi ritirarsi - ha continuato Alonso -. Poi la penalità ha coinciso con la safety-car e così, invece di perdere un paio di posizioni ne ho perse una dozzina".

 

"Nonostante la partenza difficile, sono convinto che sarei riuscito ad ottenere il terzo posto invece torno a casa a mani vuote", ha aggiunto. Alonso, ancora a 98 punti, vede la leadership di Lewis Hamilton distante 47 lunghezze: "La situazione in classifica si è fatta decisamente più difficile ma abbiamo appena superato la metà del campionato e tutto può ancora succedere".

 

Il ferrarista confida sullo sviluppo della vettura: "La macchina è migliorata, quando avevo pista libera volava: dobbiamo continuare a lavorare e credere nelle nostre possibilità", ha concluso.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -