Superbike, si scaldano i motori: tutto pronto a Imola per il quinto round

Venerdì iniziano le danze in pista e naturalmente l’uomo da battere è Jonathan Rea. Il pilota britannico ha chiuso questo primo terzo di campionato con un ruolino di marcia impressionante

Si scaldano i motori per il quinto Round del Campionato Mondiale Superbike che scatta venerdì all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari con i primi turni di prove Superbike, Supersport, Superstock 1000, Superstock 600 e European Junior Cup. Come consolidata e peculiare tradizione, apprezzatissima dagli appassionati, giovedì dalle 14 alle 18 il Paddock avrà entrata libera, con l’opportunità di vedere i propri beniamini sul palco del Paddock Show ma anche di osservare il lavoro delle squadre, che in questa giornata montano le moto e completano l’allestimento dei box. Una giornata di grande festa delle due ruote assolutamente da non perdere.

Nella giornata farà visita anche quest’anno Monsignor Tommaso Ghirelli, Vescovo di Imola, che, dopo una passeggiata lungo la corsia dei box, benedirà la pista davanti al semaforo di partenza. Venerdì iniziano le danze in pista e naturalmente l’uomo da battere è Jonathan Rea. Il pilota britannico ha chiuso questo primo terzo di campionato con un ruolino di marcia impressionante: 190 punti su 200 a disposizione, 6 vittorie e 2 secondi posti, risultati che la dicono lunga sul suo valore attuale. Ora il pilota della Kawasaki ha l’occasione di allungare, correndo su una pista che esalta perfettamente il suo indiscusso talento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel 2014, pur correndo con una moto non al top della competitività, Rea dominò entrambe le gare, e quest’anno con la Kawasaki ha tutte le carte in regola per ripetersi. Naturalmente gli avversari non staranno a guardare, a cominciare dalla ricomposta coppia ufficiale della Ducati, Davide Giugliano e Chaz Davies. Il pilota romano rientra da un lungo infortunio e sarà deciso a recuperare il tempo perduto; il britannico, due volte secondo lo scorso anno, sta disputando un’ottima stagione e proverà a rimpinguare il suo bottino di vittorie. Tra gli altri piloti da tenere d’occhio, Leon Haslam (perse il titolo proprio ad Imola nel 2010, nei confronti di Biaggi), Tom Sykes (Kawasaki), che deve riscattare un inizio di campionato poco brillante, e i giovani talenti Jordi Torres (Aprilia) e Michael vd Mark (Honda).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -