Superbike a Misano, Giugliano ad un passo dalla Superpole: "Sykes è stato eccezionale"

Secondo il pilota romano, che a Misano è salito sul podio nel 2012 alle spalle di Max Biaggi e Carlos Checa, per giocarsi un piazzamento sul podio sarà fondamentale arrivare con le gomme in buono stato nell'ultima parte della gara

FOTO MARZIO BONDI

"Pensavo di aver fatto un giro eccezionale, ma Tom (Sykes, ndr) è stato ancor più bravo di me". Davide Giugliano sorride dopo il secondo tempo ottenuto nella Superpole del Gran Premio della Riviera di Rimini, settimo round del mondiale Superbike, alle spalle del leader del campionato ed iridato 2013 della Kawasaki. Il portacolori della Ducati è stato particolarmente consistente nella simulazione gara, anche se, ha confessato, "dobbiamo migliorare ancora un pochino, soprattutto nella sezione dove c’è il curvone veloce".

Secondo il pilota romano, che a Misano è salito sul podio nel 2012 alle spalle di Max Biaggi e Carlos Checa, per giocarsi un piazzamento sul podio sarà fondamentale arrivare con le gomme in buono stato nell'ultima parte della gara.  “Mi sto divertendo qui a Misano, sono in generale molto contento e domenica cercheremo di fare due bei risultati davanti al pubblico di casa.”

Settimo crono per il compagno di squadra Chaz Davies: "Non ho fatto un brutto giro con le gomme da qualifica, ma non è stata nemmeno una grande prestazione. Ho avuto delle lievi vibrazioni al posteriore in frenata che non mi hanno consentito la linea che volevo, penalizzando un po’ il grip. Inoltre ho commesso anche un piccolo errore nel settore 1. Non sono riuscito a sfruttare al massimo la gomma da tempo, ma abbiamo un buon passo di gara e quindi vediamo cosa riusciremo a fare. L'importante è che non faccia troppo caldo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dall'inviato, Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -