Superbike, a Monza podio e sfortuna per Toseland e Crutchlow

Superbike, a Monza podio e sfortuna per Toseland e Crutchlow

Superbike, a Monza podio e sfortuna per Toseland e Crutchlow

MONZA - James Toseland e Cal Crtuchlow non si sono risparmiati nel Gran Premio d'Italia a Monza. In gara 1 hanno regalato al Team Yamaha Sterilgarda il primo doppio podio della stagione. Scattati dalla seconda e settima posizione dello schieramento di partenza, sono stati protagonisti del gruppo di testa e dopo essersi sbarazzati di Troy Corser, Michel Fabrizio e Leon Haslam dando la caccia a Max Biaggi, davanti a loro. Una volta agganciato non sono però riusciti a sopravanzarlo concludendo secondo Toseland, e terzo, Crutchlow, separati da soli tre centesimi.

 

Gara 2 si è aperta con la brutta caduta di Toseland. Alla prima chicane, James, è entrato in collisione con un altro pilota ed è caduto violentemente riportando un leggero trauma cranico che ha consigliato il trasporto in ospedale per accertamenti fortunatamente negativi. Crutchlow è partito bene: si è attaccato agli scarichi dell'Aprilia di Biaggi fino all'undicesimo giro, quando un sasso, lanciato involontariamente dalla ruota posteriore del rivale gli ha rotto il radiatore dell'olio. La fuoriuscita dell'olio gli ha causato un'innocua scivolata alla prima variante durante il dodicesimo passaggio.

 

 "Il team ha svolto un ottimo lavoro, perché piazzare sia me che Cal sul podio nella gara di casa è una bella impresa - ha affermato Toseland -. La gara è stata combattuta e dura. Biaggi è stato bravo a non commettere errori ed a sfruttare la velocità della sua moto. Sono comunque soddisfatto del risultato di gara uno perché è il frutto del buon lavoro svolto dal team".

 

 "Non ho fatto una buona partenza e così alla prima variante ero dietro a tutti - ha esordito Crutchlow -. Poi ho recuperato ed è iniziata una bella bagarre. Bello salire sul podio insieme a James. La squadra ha lavorato bene e abbiamo ottenuto un buon risultato sulla pista di casa del team. In gara 2 sono partito bene e mi sono messo dietro a Max. L'ho studiato e avevo in mente di passarlo all'ultimo giro; sapevo come e dove attaccarlo. Incredibilmente però una sassata ha rovinato tutto. Purtroppo un sasso ha bucato il radiatore dell'olio con il risultato di sporcare la ruota posteriore e facendomi quindi scivolare alla prima chicane".

 

 "Una domenica che ci ha regalato sensazioni contrastanti. La prima frazione è stata combattuta e salire sul podio nella gara di casa con entrambi i piloti è stata una bella soddisfazione - ha dichiarato il team manager Massimo Meregalli -.  Questo risultato è la conferma dei miglioramenti  che abbiamo fatto da Valencia a oggi. La seconda gara è stata sfortunata. James e Cal sono usciti di scena senza colpa, fortunatamente senza conseguenze".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -