Superbike, Assen show. A Rea Gara 1. Max Biaggi sesto

Superbike, Assen show. A Rea Gara 1. Max Biaggi sesto

Superbike, Assen show. A Rea Gara 1. Max Biaggi sesto

ASSEN - Podio tutto inglese in Gara 1 del Gran Premio d'Olanda, quarto round del mondiale Superbike. La vittoria è andata a Jonathan Rea (Honda Ten Kate) davanti a James Toseland (Yamaha Sterilgarda) e Leon Camier (Aprilia). Una gara stupenda, ricca di sorpassi, che ha visto tra i protagonisti anche il ‘coccodrillo' Troy Corser, quinto con una Bmw in crescita alle spalle della Ducati Althea di un consistente Carlos Checa. Sesto Max Biaggi (Aprilia).

 

Il ‘Corsaro' ha approfittato dei problemi del leader del mondiale Leon Haslam (Suzuki), solo undicesimo, per ridurre a 13 le lunghezze dalla vetta. Crisi nera nel team Ducati Xerox, con Noriyuki Haga solo decimo alle spalle della Ducati del team Pata B&G del ceco Jakub Smrz, alla Yamaha del team Sterilgarda di Cal Crutchlow e alla Ducati del team Althea di Shane Byrne. Ancora più indietro Michel Fabrizio, solo13esimo. A punti anche l'aretino Luca Scassa, quindicesimo con la Ducati del team Supersonic davanti al cesenate Lorenzo Lanzi (Ducati DFX Corse).

 

Incontenibile la gioia di Rea, il quale, scattato male dalla Superpole, si è riconquistato la vetta con una serie di incredibili sorpassi. Bellissimo l'attacco esterno ai danni della Bmw di Corser: "Sono molto felice - ha ammesso l'irlandese - E' un successo fondamentale, anche per tutta la squadra che ha sede a pochi chilometri da Assen. Ci sono moltissimi tifosi sulle tribune che sono venuti a tifare per me". Gioia anche in casa Yamaha Sterilgarda.

 

"E' stata una bella gara, era difficile da prevedere un risultato così - ha commentato il team Manager della Yamaha, Massimo ‘Maio' Meregalli -. James ha fatto una gara perfetta, ci ha messo dal suo rimontando dalla decima posizione. Ma anche la moto andava bene". Per Camier, già campione Superbike in Gran Bretagna, si tratta del suo primo podio nel campionato mondiale delle derivate di serie: "Ci sono chance anche per me - ha commentato -. La mia collaborazione con Biaggi è importante, siamo una coppia importante".

 

A sottolineare l'affiatamento tra Camier e Biaggi ci ha pensato l'ingegnere di casa Aprilia, Gigi Dall'Igna: "Mi aspettavo da Leon questi risultati, ma da metà stagione. Mi ha sorpreso. Già a Valencia aveva dimostrato il suo potenziale, e le cadute che ha fatto ci stanno. Siamo una squadra, c'è collaborazione ed affiatamento tra i piloti, con scambio d'informazioni. Questo lavoro aiuta nello sviluppo della moto ed anche nei risultati".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -