Superbike, bagno di folla per il Gran Premio d'Italia a Monza

Superbike, bagno di folla per il Gran Premio d'Italia a Monza

MONZA Per la 16esima volta nella sua storia l'Autodromo Internazionale di Monza ospita il mondiale Superbike. Per il sesto round stagionale gli occhi sono puntati tutti su Max Biaggi, intenzionato a mettere il bastone tra le ruote al leader della classifica James Toseland. Tra i due litiganti spera di poter godere l'australiano Troy Bayliss vincitore di Gara 2 due settimane fa in Olanda sul TT di Assen al termine di una corsa che è stata a dir poco da cardiopalma. Cercherà il riscatto anche il cesenate Lorenzo Lanzi, particolarmente sfortunato nella trasferta nei Paesi Bassi. Particolare attenzione merita anche il team Yamaha Motor Italia con gli alfieri Noriyuki Haga e Troy Corser.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Max Biaggi (Suzuki) deve recuperare ben 32 punti da recuperare sul leader James Toseland (Honda), vincitore di cinque gare su dieci: ''Punta alla vittoria, questo è certo ha dichiarato il romano del team Suzuki Alstar - anche se non ho mai corso su questa pista. Mi ci vorrà qualche giro in più per mettere a punto la mia Suzuki, ma sono certo che io e il mio Team Alstare saremo pronti per portare a casa il risultato pieno''. Biaggi, secondo nella classifica iridata, rilancia ''vorrei cominciare la mia rincorsa al primo posto in campionato con una vittoria a Monza e se posso anche con due. Il mio obbiettivo principale, pero', sara' conquistare più punti possibili per colmare il divario che mi separa dalla testa della classifica e cerchero' di combattere fino all'ultimo giro''.

Il Re di Monza è sicuramente l'australiano della Ducati Troy Bayliss che ha centrato due quarti posti al debutto nel 2000 e poi sempre vincente con doppiette nel 2001, 2002 e 2006. Il campione del mondo deve recuperare 68 punti da Toseland. La Ducati conta molto anche sullo scudiero Lorenzo Lanzi, 25 anni, che potrebbe agevolare la rimonta del caposquadra strappando punti preziosi alla concorrenza.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -