Superbike, Biaggi fa doppietta al Miller e vola in testa al mondiale

Superbike, Biaggi fa doppietta al Miller e vola in testa al mondiale

Superbike, Biaggi fa doppietta al Miller e vola in testa al mondiale

SALT LAKE CITY - Doppietta a stelle e strisce per Max Biaggi. Il portacolori dell'Aprilia ha vinto entrambe le manche del Gran Premio degli Stati Uniti, settimo round del mondiale Superbike, prendendo il comando del campionato approfittando del clamoroso ko in Gara 2 di Leon Haslam (Suzuki). Ora il ‘Corsaro' si trova in testa con 257 punti, contro i 242 dell'inglese. Per il romano sono state due vittorie tutto sommato semplici, sempre lontano dalla bagarre.

 

A facilitarlo anche i due clamorosi ritiri di Carlos Checa, tradito in entrambe le manche da un problema meccanico sulla sua 1198 preparata dal team Althea. Per lo spagnolo lo scettro del vincitore morale."La moto ha cominciato a perdere potenza, non sappiamo ancora per quale motivo - ha affermato Checa -. La moto andava benissimo, era perfetta. Non c'è mai capitato un problema del genere, nemmeno durante l'anno e dopo tanti chilometri percorsi anche nei test".

 

"Sono triste per come è andata, ma c'è qualcosa di positivo su cui pensare". Haslam, invece, che per tutto il weekend ha dovuto lottare con il set-up della sua Suzuki, dopo aver conquistato un insperato secondo posto in Gara 1, si stava ben comportando anche nella manche pomeridiana, quando ha perso il controllo del posteriore, volando a terra. Biaggi, 39 anni il prossimo 26 giugno, ha conquistato così la terza doppietta stagionale dopo quella di Portimao e Monza.

 

"E' un sogno che si realizza - ha detto Biaggi -. Fare doppiette è una cosa fantastica. Qui è arrivata anche con la sfortuna di Checa, ma fa parte delle corse. E' successo anche a me la passata stagione". Quindi ha analizzato la gara: "Le gomme scivolavano, ma potevo guidare bene. La moto si è comportata abbastanza bene. Ero molto determinato. Non so come sarebbe finito con Checa, ma penso che avremo battagliato fino alla fine. Ringrazio tutta la squadra per gli sforzi che ha fatto".

 

Biaggi è passato da -15 a  +15 su Haslam: "E' un colpo di fortuna, ma possono accadere diverse cose. Adesso non vedo l'ora di tornare in Italia per riabbracciare i miei familiari". La straordinaria giornata dell'Aprilia è stata completata dal secondo posto in Gara 2 di Leon Camier (quarto in Gara 1), che ha preceduto la Yamaha Sterilgarda di Cal Crutchlow. Quarto Noriyuki Haga (Ducati Xerox) davanti alla Bmw di Troy Corser e alla Suzuki di Sylvain Guintoli.

 

Settimo Shane Byrne (Ducati Althea) davanti alla Honda di Jonathan Rea e alle Ducati di Michel Fabrizio e Luca Scassa. Caduti in Gara 2 anche Roger Hayden (Kawasaki) e James Toseland (Yamaha Sterilgarda). Costretto al ritiro per problemi tecnici Jakub Smrz (Ducati team Pata B&G). Prossimo appuntamento il 27 giugno per il Gran Premio di San Marino al ‘Misano World Circuit".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -