Superbike, Biaggi velocissimo ad Aragon: ''Siamo partiti bene''

Superbike, Biaggi velocissimo ad Aragon: ''Siamo partiti bene''

Superbike, Biaggi velocissimo ad Aragon: ''Siamo partiti bene''

ARAGON - Si è conclusa venerdì la prima sessione di test sul tracciato Motorland di Aragon. La pista spagnola sarà una novità del calendario 2011: è stato quindi importante "prendere le misure" ad una tappa sicuramente impegnativa. Il campione del mondo in carica Max Biaggi ha lavorato con costanza insieme ai tecnici Aprilia, perfezionando le sue performance fino a far segnare il miglior rilevamento cronometrico della sessione con 1'58"0.

 

"Dopo la splendida e faticosa stagione 2010, è ora di affilare gli artigli per il prossimo campionato - ha esordito il ‘Corsaro' -. Visti i risultati siamo la squadra da battere, e questo ci carica di una doppia responsabilità. Proprio per questo dobbiamo continuare a lavorare senza sosta, come in questa tre giorni di test su una pista che affronteremo per la prima volta il prossimo anno".

 

Un giudizio suI tracciato di Aragon: "E' molto bello, moderno ma non monotono e con dei tratti dove si può fare la differenza - ha evidenziato -. Sono contento di essere tornato in pista dopo l'ultima gara del 2010 in Francia, abbiamo  ottenuto il miglior tempo, mi sembra che siamo partiti bene per ora."

 

 Per Leon Camier si è trattato invece del ritorno in sella dopo l'infortunio al polso destro, che lo ha tenuto lontano dalle piste nelle ultime gare della stagione appena conclusa. Il pilota inglese ha dovuto quindi riprendere confidenza con la sua RSV4, ma ciò non gli ha impedito di stampare il quinto tempo di 1'59".2.  "Finalmente si torna a guidare - ha evidenziato l'inglese -. Dopo l'infortunio e tanti giorni senza salire in moto ci voleva proprio. Il polso è ok, questa è già una buona notizia, anche se alla fine della sessione iniziavo ad avvertire un po' di dolore".

 

"Sono riuscito ad essere anche piuttosto veloce su questa pista davvero divertente ed impegnativa, soprattutto grazie ad alcuni promettenti progressi con l'elettronica - ha proseguito -. Ora non ci resta che riprendere il lavoro da dove lo avevamo lasciato, continuando a migliorare ogni volta che scendiamo in pista: sono convinto che i risultati positivi non si faranno attendere."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -