Superbike, Biaggi: ''Siamo partiti con il piede giusto''

Superbike, Biaggi: ''Siamo partiti con il piede giusto''

Superbike, Biaggi: ''Siamo partiti con il piede giusto''

PHILLIP ISLAND - "Siamo partiti con il piede giusto". E' soddisfatto Max Biaggi dopo i due secondi posti conquistati a Phillip Island nel round d'apertura del mondiale Superbike. Il 'Corsaro' dell'Aprilia è stato protagonista di uno splendido duello in Gara 2 con Marco Melandri (Yamaha) dopo esser risalito dalla settima posizione a causa di una partenza poco felice. Il campione del mondo in carica non si è risparmiato, lottando gomito a gomito per prendersi il podio.

 

"E' un bel risultato, soprattutto se pensiamo a come eravamo messi l'anno scorso e quello prima - ha esclamato Biaggi -. Non è un segreto che questa pista ci ha sempre messo in difficoltà". I due podio sono il frutto dell'intenso lavoro svolto nei test pre-campionato: "Ci siamo preparati al meglio e posso dire che ci siamo riusciti, visto anche il giro veloce conquistato in entrambe le gare".

 

Il 'Corsaro' si è quindi complimentato con Carlos Checa. "Le bicilindriche su questo tracciato mantengono comunque un certo vantaggio, senza nulla togliere alla straordinaria prestazione di Carlos". Il 27 marzo il mondiale Superbike farà tappa a Donington Park, in Inghilterra: "Ora dobbiamo continuare a lavorare com'è nostra abitudine".

 

Leon Camier, debilitato per tutto il weekend da una fastidiosa influenza, e penalizzato dalla quinta fila, è riuscito a limitare i danni, prendendosi un buon sesto posto in Gara 2 dopo il 13esimo della manche del mattino. "Sono veramente sorpreso del risultato - ha ammesso Camier - specialmente in Gara 2, viste le difficoltà di questo week-end. Prima della seconda gara abbiamo cambiato la gomma posteriore, al via ho guidato tranquillo cercando il mio passo ed evitando gli errori".

 

"Giro dopo giro il feeling è aumentato e sono risalito fino al sesto posto - ha continuato l'inglese -. Dire che sono stanco sarebbe poco, ma se ripenso ai presupposti posso ritenermi abbastanza soddisfatto. Senza questo malessere le cose potevano andare diversamente ma non importa, ora bisogna rimettersi a testa bassa e lavorare: il campionato è ancora lungo".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -