Superbike, Checa e Melandri si spartiscono Portimao. Lo spagnolo resta in Ducati

Superbike, Checa e Melandri si spartiscono Portimao. Lo spagnolo resta in Ducati

Superbike, Checa e Melandri si spartiscono Portimao. Lo spagnolo resta in Ducati

PORTIMAO - Cala il sipario sul mondiale 2011 di Superbike. L'ultimo round di Portimao se lo sono spartiti Carlos Checa e Marco Melandri. Lo spagnolo, al dodicesimo successo stagionale, il ventesimo della carriera, ha trovato l'accordo con la Ducati e nel 2012 sarà al via con il team Althea. Lo ha rilevato il neo campione, spiegando che sabato sera aveva definito gli accordi con la Bmw del team Motorrad Italia dopo che Borgo Panigale aveva rotto con il team Althea.

 

Ma nel pomeriggio tutto è cambiato. Ducati ha accettato tutte le richieste dello spagnolo e della squadra umbra. Checa farà anche da collaudatore nello sviluppo della Ducati Desmosedici GP12. In Gara 2 il campione del mondo si è accontentato del quarto posto. Yamaha ha salutato il mondiale delle derivate di serie con una splendida doppietta firmata Melandri-Eugene Laverty. Max Biaggi, al rientro dopo l'infortunio al piede sinistro, ha conservato il terzo posto in classifica.

 

Al mattino il "Corsaro" ha concluso al quarto posto, mentre nel pomeriggio si è accontentato del settimo posto. Portimao ha rivisto sul podio Sylvain Guintoli, che al mattino ha portato la Ducati del team Effenbert Liberty Racing al secondo posto, e Jonathan Rea. L'irlandese della Castrol Honda, che scattava dalla Superpole, ha portato a casa due terzi posti. Domenica positiva per Ayrton Badovini, che ha portato la Bmw del team Motorrad Italia al nono e 13esimo posto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -