Superbike, Checa e Rea si spartiscono Assen. Biaggi c'è

Superbike, Checa e Rea si spartiscono Assen. Biaggi c'è

Superbike, Checa e Rea si spartiscono Assen. Biaggi c'è

ASSEN - Jonathan Rea e Carlos Checa si sono spartiti il Gran Premio d'Olanda, terzo round del mondiale Superbike. L'irlandese della Castrol Honda ha fatto sua Gara 1, mentre lo spagnolo della Ducati Althea è salito sul gradino più alto del podio nella manche pomeridiana dopo aver portato a casa un buon terzo posto. Checa resta saldamente in testa al campionato con 132 punti, 43 in più di Max Biaggi che si è dovuto accontentare di due secondi posti.

 

Dal campione del mondo dell'Aprilia è arrivata la risposta che i suoi tifosi si attendevano dopo il disastroso weekend di Donington Park. In Gara 2 il ‘Corsaro' ha duellato con Checa, accarezzando fino al penultima vittoria. Ma il ‘matador' della Ducati con una bellissima staccata all'ultima chicane si è ripreso la leadership e di fatto la quarta vittoria stagionale. "Mi sfuggiva il piede dalla pedana del cambio, probabilmente c'è stata qualche fuoriuscita", ha commentato Biaggi.

 

"Avevamo un buon passo, ma ci mancava la trazione", ha aggiunto il ‘Corsaro'. La vetta del campionato è ancora lontana: "Possiamo dire la nostra, non molliamo - è la promessa di Biaggi ai suoi tifosi in vista del Gran Premio d'Italia a Monza in programma l'8 maggio -. Siamo i campioni del mondo e difenderemo il titolo fino alla fine". "E' stata una gara bellissima - ha commentato Checa -. Il sorpasso su Biaggi è stato rischioso, ma calcolato".

 

Lo spagnolo, ex compagno di squadra di Biaggi ai tempi della Yamaha in MotoGp, ha evidenziato come l'Aprilia tricolore dell'iridato soffrisse nell'ultimo settore del tracciato dove invece la sua 1198 andava meglio. "E' una vittoria bellissima e la scelta di correre con la gomma morbida si è rilevata giustissima". A completare il podio di Gara 2 il buon Rea, che a sua volta ha preceduto l'Aprilia ufficiale di Leon Camier.

 

Quinto posto per Leon Haslam (Bmw Motorrad Motorsport), che ha regolato sul traguardo l'irlandese Eugene Laverty (Yamaha World Superbike), il romano Michel Fabrizio (Suzuki Alstare), il giapponese Noriyuki Haga (Aprilia Pata) e la coppia Ducati del team Effenbert Liberty Racing composta da Jakub Smrz e Sylvain Guintoli. Ko Marco Melandri, caduto mentre occupava la quarta posizione. Il ravennate è terzo in classifica a quota 85.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -