Superbike, Checa in Superpole a Donington. 'Rissa' Biaggi-Melandri

Superbike, Checa in Superpole a Donington. 'Rissa' Biaggi-Melandri

Superbike, Checa in Superpole a Donington. 'Rissa' Biaggi-Melandri

DONINGTON - Carlos Checa in Superpole a Donington Park. Il portacolori della Ducati del team Althea ha confermato quanto di buono già dimostrato a Phillip Island andando a conquistare la leadership del sabato con il crono di 1'28''099, rifilando 266 millesimi alla Bmw di Leon Haslam. A completare la prima fila la Kawasaki ufficiale di Tom Sykes e la Ducati del team Effenbert Liberty Racing di Jakub Smrz. Quinto Noriyuki Haga (Aprilia Pata) davanti a Max Biaggi.

 

Per il campione del mondo dell'Aprilia è stato un sabato tutt'altro che facile. Al mattino si è reso protagonista di due uscite di piste, mentre nel pomeriggio è venuto quasi alle mani con Marco Melandri. Che tra i due non corresse buon sangue è noto dai tempi della MotoGp. Tutto è cominciato durante la seconda manche della Superpole quando il ravennate della Yamaha, lanciato nel suo giro veloce, si è trovato in traiettoria Biaggi che procedeva lentamente.

 

Il pilota romagnolo è stato costretto ad abortire il giro, retrocedendo in nona posizione e perdendo di fatto la possibilità di accedere alla manche decisiva. I due sono venuti a contatto ai box, quando Melandri ha applaudito ironicamente verso Biaggi. Il romano, ‘scortato' dal preparatore atlentico forlivese Marino Laghi e dal responsabile tecnico Francesco Guidotti (responsabile tecnico), si è avvicinato a Melandri, affiancato a sua volta dal team manager Andrea Dosoli.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due hanno provato a chiarirsi, con Biaggi visibilmente alterato che ha sfiorato con la mano per due volte il volto del pilota romagnolo. "E' sempre lo stesso", ha accusato Melandri. "In Superbike le cose funzionano differentemente", ha replicato il ‘Corsaro'. Nella terza manche il campione del mondo ha ostacolato anche Haga, che nel primo parziale aveva fatto registrare la migliore prestazione, innescando il disappunto del team manager Marco Borciani.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -