Superbike, a Misano è lotta tra Ducati e Aprilia: Giugliano beffa di un nulla Melandri

Melandri ha risposto con 18 passaggi ed un passo simile a quello del pilota romano, con tre passaggi sul 36"3 con gomma usata

Regna il massimo equilibrio anche nel terzo turno di prove del Gran Premio della Riviera di Rimini, settimo round del mondiale Superbike. Davide Giugliano si è confermato il più veloce, firmando la migliore prestazione in 1'36"125, precedendo di un nulla l'Aprilia di Marco Melandri: tra il romano e il ravennate ci sono appena 86 millesimi. Il numero 34 ha inanellato quindici passaggi, girando costantemente sul passo del 36"5.

Melandri ha risposto con 18 passaggi ed un passo simile a quello del pilota romano, con tre passaggi sul 36"3 con gomma usata. La quattro cilindri di Noale si conferma velocissima nel catino di Misano anche con il francese Sylvain Guintoli, a 216 millesimi dalla vetta. II suo passo è più alto di quello del compagno di squadra e solo nel finale ha piazzato due sequenze di giri sul'36"7. Alle spalle il connazionale Loris Baz (Kawasaki), che ha fermato il cronometro sul tempo di 1'36"409, lo stesso staccato dalla Ducati di Chaz Davies.

Il francese tuttavia è stato particolarmente consistente sul passo gara nell'ultima uscita, con cinque passaggi consecutivi tra il 36"5 e il 36"7.  Il campione del mondo in carica Tom Sykes, con un'interessante sequenza di giri ad inizio sessione, quando ha segnato il crono di 1'36"526, che gli è valso il sesto tempo. Seguono le Honda di Leon Haslam e Jonathan Rea, quest'ultimo fermato da un problema tecnico sul finale di sessione. A completare la top ten la Suzuki di Eugene Laverty e l'Aprilia del team Red Devils di Toni Elias.

Il migliore delle Evo è Niccolò Canepa, dodicesimo con la Ducati del team Althea a 1"308 da Giugliano. Così gli altri italiani: 14esimo Matteo Baiocco (Ducati Team Grandi Corse), condizionato da una caduta, 17esimo Ayrton Badovini (Bimota), davanti a Claudio Corti (MV Augusta); 20esimo Ivan Goi (Ducati Barni Racing), 23esimo Riccardo Russi (Kawasaki Team Pedercini) a precedere il compagno di squadra Alessandro Andreozzi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dall'inviato, Giovanni Petrillo
Foto Marzio Bondi

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -