Superbike, Gara 1 Magny Cours. Show di Spies, Haga e Biaggi sul podio

Superbike, Gara 1 Magny Cours. Show di Spies, Haga e Biaggi sul podio

Superbike, Gara 1 Magny Cours. Show di Spies, Haga e Biaggi sul podio

MAGNY COURS - Tutti in piedi a Magny Cours ad applaudire Ben Spies. E' lui il vincitore di ‘Gara 1' del Gran Premio di Francia, penultimo round dell'avvincente mondiale Superbike. Una vittoria pesantissima, che lo rilancia in vetta al campionato con solo due lunghezze di vantaggio su Noriyuki Haga (Ducati Xerox), secondo a pochi centesimi dalla Yamaha. Ottima prestazione anche di Max Biaggi, che ha portato la sua Aprilia al terzo posto dopo aver lottato per la vittoria.

 

Spies ha tenuto testa al gruppo sin dal semaforo verde, controllando la rimonta indiavolata del ‘Samurai' della Ducati che ha perso decimi preziosi nella fase centrale della gara dietro uno straordinario Biaggi che ben si difendeva nel lungo rettilineo del tracciato francese ed in fase di staccata. All'ultimo giro Haga ha provato persino ad approfittare di un errore di Spies, ma il texano agevolato una maggior accelerazione della sua R1 è riuscito a respingere l'attacco. "Mi sono divertito - ha affermato Haga a caldo -. Alla partenza ho un po' sbagliato. Da metà in gara in poi Max (Biaggi, ndr) andava particolarmente forte. Ma poi ho iniziato a spingere e se ci fosse stato un giro in più magari sarei riuscito a sorpassare Spies".

 

Soddisfatto anche Biaggi: "Un buon inizio, poi ho commesso un errore nel cambio di direzione. Poi ho perso il posteriore e sono finito largo in due curve, una delle quali l'ho fatta in seconda. Più forzavo e più peggioravo e allora mi sono accontentato. Abbiamo fatto la nostra parte, siamo veloci e per ‘Gara 2 ci siamo". Il "Corsaro" grazie al ritiro di Jonathan Rea (Honda Ten Kate) per un problema tecnico ha guadagnato la quarta posizione in Campionato. Fuori dal podio Michel Fabrizio (Ducati Xerox) davanti alla Honda Stiggy di Leon Haslam.

 

Alle sue spalle alla Honda Ten Kate di Carlos Checa che ha regolato la Suzuki del giapponese Yukio Kagayama, l'ottimo Shane Byrne (Ducati Sterilgarda), l'australiano Troy Corser (Bmw) ed il ceco Jakub Smrz (Ducati Guandalini). Ottimo dodicesimo posto per la Ducati del team Guandalini di Matteo Baiocco davanti alla Kawasaki del team Pedercini di Luca Scassa. Brivido per una brutta caduta dell'inglese Tom Sykes (Yamaha). Ko anche Rhyuchi Kyonari (Honda Ten Kate).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -