Superbike, Gp Qatar: gara 1 a Spies, Haga e Biaggi sul podio

Superbike, Gp Qatar: gara 1 a Spies, Haga e Biaggi sul podio

Superbike, Gp Qatar: gara 1 a Spies, Haga e Biaggi sul podio

LOSAIL - Tre certezze: Ben Spies, Noriyuki Haga e Max Biaggi. Sono stati loro gli autentici protagonisti di Gara 1 del Gran Premio del Qatar, seconda prova del mondiale Superbike. Il texano si è confermato fenomeno anche sul circuito di Losail, portando la sua Yamaha davanti a due potenze italiane come Ducati ed Aprilia. La casa di Noale festeggia il primo podio in Superbike della stagione, ma può gioire anche per il quarto posto di Shinya Nakano.

 

BIAGGI: "UN BELLA IMPRESA" - "L'obiettivo era puntare al podio prima di metà stagione - ha dichiarato Biaggi a caldo - La pista è amica, ma la moto è andata bene. E' una bella impresa, una gioia particolare. Lottare davanti con un pacchetto nuovo e tanti punti interrogativi è importante. Stiamo diventando sempre più certezza e la prestazione di oggi non è un caso". Il ‘Corsaro', che ha comandato la gara fino a dieci giri dal termine, ha ceduto il passo a Spies e Haga. Proprio con il giapponese si è reso protagonista di un bel duello, preferendo non rischiare dopo aver subito all'ultimo passaggio il sorpasso decisivo. "Haga era più veloce sul finale - ha analizzato il romano -. Ho pensato ad assicurarmi il terzo posto". Spies, velocissimo per tutto il weekend, ha lasciato sfogare i diretti rivali prima di sferrare l'attacco decisivo e volar via verso la seconda vittoria stagionale.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

OUT FABRIZIO E ROLFO - Gara 1 avara di soddisfazioni per Michel Fabrizio (Ducati) incappato in una scivolata e per Roberto Rolfo (Honda), condizionato da un problema tecnico dopo un'escursione fuori pista nelle fasi iniziali della gara. Out anche Kakob Smrz (Ducati Guandalini), caduto mentre occupava la quinta posizione. Amarezza anche in casa Suzuki: sia Yukio Kagayama che Max Neukirchner sono stati costretti al ritiro per due scivolate. Entrambi hanno sofferto per tutto il fine settimana della mancanza di grip. Bene, invece, Carlos Checa che ha portato la sua Honda al quinto posto davanti alla Ducati Sterilgarda di Shane Byrne, alla Yamaha di Tom Sykes. Nella top ten anche la Honda del giapponese Ryuichi Kyonari, la Bmw dell'australiano Troy Corser e la Ducati del francese Regis Laconi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -