Superbike, il venerdì di Imola è di Checa. Biaggi in difficoltà

Superbike, il venerdì di Imola è di Checa. Biaggi in difficoltà

Superbike, il venerdì di Imola è di Checa. Biaggi in difficoltà

IMOLA - Carlos Checa mette il turbo sulla sua Ducati 1198 nella prima giornata di prove del Gran Premio di Imola, penultimo round del mondiale Superbike. Lo spagnolo della Ducati del team Althea dopo aver dominato le libere del mattino ha alzato la voce anche nel primo turno di qualifiche, girando in 1'48''178, precedendo di ben 380 millesimi la Honda del team Ten Kate di Jonathan Rea. Lontano Max Biaggi: il 'Corsaro' dell'Aprilia ha beccato da Checa 1''435.

 

>LE IMMAGINI DELLA PRIMA GIORNATA DI PROVE, fotoservizio di Cristiano Frasca

 

L'Aprilia RSV4 soffre i sali e scendi ma soprattutto le sconnessioni del Santerno ed il romano dovrà lavorare parecchio sul set-up della sua moto se vorrà lottare per il podio. Il principale antagonista alla corsa al titolo, Leon Haslam, è pronto ad approfittare delle difficoltà di Biaggi: il portacolori della Suzuki ha realizzato un convincente 1'48''621, mettendosi alle spalle di 39 e 46 millesimi le Ducati Xerox di Noriyuki Haga e Michel Fabrizio, che a Imola nel 2009 sono saliti sul gradino più alto del podio rispettivamente in Gara 1 e Gara 2.

 

Sesto tempo (1'1'48''752) per la Ducati Althea del britannico Shane Byrne davanti alla Yamaha del team Sterilgarda di Cal Crutchlow, alla Bmw di Troy Corser, alla sorprendente Kawasaki di Tom Sykes e all'altra Bmw di Ruben Xaus. Buon 11esimo riscontro cronometrico (1'49''275) per il cesenate Lorenzo Lanzi (Ducati DFX Corse), che si è messo alle spalle la Yamaha di James Toseland e la Suzuki di Sylvain Guintoli. Così gli altri italiani: 17esimo Luca Scassa (Ducati Supersonic) davanti all'Aprilia di Federico Sandi; 20esimo Fabrizio Lai (Honda Echo) davanti alla Kawasaki del team Pedercini di Matteo Baiocco.

 

Checa ha fatto la differenza sopratutto nel terzo e quinto settore del tracciato, mentre nei primi due split il più veloce è stato Crutchlow. Nel finale di sessione è arrivata qualche gocciolina d'acqua. Nella nottata tra venerdì e sabato dovrebbe arrivare una perturbazione atlantica con il suo carico di pioggia che laverà la pista, togliendo la gomma che si è depositata durante le prove. Il meteo sarà quindi quella variabile in più che renderà l'appuntamento di Imola ancora più interessante.

 

Dall'inviato, Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -