Superbike, il 'Pirata' Polita conquista a Misano il titolo italiano

Superbike, il 'Pirata' Polita conquista a Misano il titolo italiano

Superbike, il 'Pirata' Polita conquista a Misano il titolo italiano

MISANO - La pioggia non ha fermato lo show del Civ al ‘Misano World Circuit'. Alex Polita ha conquistato il titolo Superbike con una prova d'anticipo grazie alle uscite di scena di Stefano Cruciali e Luca Conforti. Al via il ‘Pirata' della Ducati del team Barni Racing ha preso subito il comando, lasciando poi strada a Flavio Gentile (Ducati Althea Racing). Al settimo giro il primo colpo di scena con la scivolata del marchigiano Stefano Cruciani (Barni Racing Team).

 

Il diretto inseguitore di Polita in classifica ha così detto addio alla possibilità di giocarsi il titolo al Mugello. A tenere aperte le speranze è rimasto così Conforti, che si è presentato all'ultimo giro in seconda posizione, alle spalle di Gentile e davanti a Polita e Brignola. Il secondo regalo della giornata per Polita è arrivato proprio dal compagno di squadra lombardo: Conforti (Barni Racing Team) è infatti caduto all'ultima, spianando "Pirata" la strada verso il titolo.

 

A vincere la tappa, con oltre cinque secondi di vantaggio sul nuovo campione italiano della Superbike, è stato Gentile, che ha conquistato così la sua prima vittoria. "Ho fatto una bella partenza ma poi ho forse gestito troppo il vantaggio, dando il tempo a Flavio di recuperare - ha commentato Polita -. Abbiamo lavorato molto sull'assetto da asciutto e poco per il bagnato e da metà gara, in ingresso curva, ho accusato qualche problema. Stavo già iniziando a pensare al Mugello quando Luca mi ha fatto il grande regalo. Ringrazio il team per il supporto, gli sponsor e tutti quelli che mi sono stati vicino". Terzo il laziale Norino Brignola, che con la Honda del Team Nuova M2 Racing riscatta in parte una stagione altalenante.

 

Nella Supersport grande vittoria del lucano Gianluca Vizziello (Honda Team Velmotor 2000), che ha approfittato al meglio delle gare opache dei due rivali nella lotta al titolo, i "padroni" di casa Lamborghini e Tamburini, rispettivamente scivolato e ottavo al traguardo. Al secondo posto l'ottimo Alessio Velini (Yamaha Team Velini Racing) mentre terzo è finito il siciliano Giuseppe Barone (Yamaha).

 

La 125 Gp l'ha vinta il napoletano Francesco Mauriello (Aprilia Team Matteoni Racing) che ha approfittato del ko del capoclassifica Popov per conquistare la testa del campionato. Alle sue spalle il romano Davide Stirpe (Honda Team CRP Racing) e il giapponese Hiroki Ono (Rumi 125 GP Team).

 

Il bresciano Lorenzo Zanetti (Yamaha Team TNT Racing) ha fatto sua la gara della Stock 600 ed ha recuperato punti preziosi in classifica sul leader Fabio Massei, solo ottavo. Secondo Davide Fanelli (Honda All Service System by QDP) e terzo la sorpresa ravennate Pietro Maglioni (Yamaha Racing Team). La gara di Misano ha visto cinque grandi protagonisti conquistare la scena della Stock 1000. A fare sua la vittoria il lucano Domenico Colucci (Ducati Barni Racing Team), davanti ad Andrea Boscoscuro (Honda Alle Service System by QDP) e Danilo Dell'Omo (Suzuki Team Suriano Racing).


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -