Superbike a Imola, Giugliano beffato dalle Kawasaki: "E' come ricominciare a vivere"

Il portacolori della Ducati ha chiuso la prima giornata di prove libere del Gran Premio di Imola col terzo tempo, a 238 millesimi dalla leadership

E' stato a lungo al comando della sessione, quando Tom Sykes prima e Jonathan Rea poi gli hanno strappato la virtuale pole position. E' comunque positivo il ritorno in pista di Davide Giugliano. Il portacolori della Ducati ha chiuso la prima giornata di prove libere del Gran Premio di Imola col terzo tempo, a 238 millesimi dalla leadership. Il brutto infortunio nei test di Phillip Island, che l'ha tagliato fuori dalle competizioni nei primi quattro round, sembra ormai alle spalle.

"E' come ricominciare a vivere - ha esclamato Giugliano -. Le corse fanno parte del mio Dna. Sono la mia vita". Dopo tre mesi di convalescenza, necessari per rimettere a posto le due vertebre fratturate, il 25enne romano ha trovato una Panigale 1199 a suo giudizio "migliore rispetto a febbraio". Tuttavia l'ex iridato Superstock confessa che battere le Kawasaki sarà dura: "Ci possiamo trovare. Imola è una pista che mi piace. Spero di regalare delle belle soddisfazioni ai miei tifosi".

Sulle sue condizioni di salute: "La schiena sta bene, anche se non sono al top della forma. Bisognava esorcizzare un po’ quello che mi era successo a Phillip Island, ho pensato che dare il 100% di me fosse il modo giusto per farlo. La cosa bella è che mi sono divertito e mi sono trovato a mio agio sulla mia moto. La stanchezza fisica si sente. In questi due mesi non ho potuto allenarmi come avrei voluto. Solo un po’ di piscina e di riabilitazione. Poi ricomincerà il vero allenamento".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dall'inviato, Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -