Superbike, Imola day 1. Biaggi: ''Venerdì difficile, ma nessun allarmismo''

Superbike, Imola day 1. Biaggi: ''Venerdì difficile, ma nessun allarmismo''

Smorfia di Biaggi dopo la prima giornata di prove (Foto Frasca)

IMOLA - Max Biaggi alza gli occhi al cielo ed incrocia le dita. Il ‘Corsaro' dell'Aprilia ha infatti bisogno di un sabato completamente asciutto per risolvere i problemi che lo hanno rallentato nella prima giornata di prove del Gran Premio di Imola, penultimo round del mondiale Superbike. Il weekend che potrebbe incoronarlo in anticipo campione del mondo (basta non perdere più di otto punti dal principale antagonista per la corsa al titolo, Leon Haslam) è partito con un deludente 14esimo tempo a 1''435 dalla migliore prestazione realizzata da Carlos Checa (Ducati Althea).

 

>LE IMMAGINI DI MAX BIAGGI AI BOX

 

Il campione romano, come al suo solito, ha sfruttato il venerdì per affinare il set-up della sua RSV4, non particolarmente a suo agio tra i sali e scendi dell'impianto del Santerno. "E'stato un venerdì un po' più difficile del solito - ha ammesso Biaggi -. Questa è una pista dove, nonostante i buoni risultati dell'anno scorso, abbiamo sempre faticato a trovare il bandolo della matassa. Non sono ancora perfettamente a mio agio, non riesco a guidare sciolto".

 

Ma "nessun allarmismo", ha evidenziato il leader del campionato. "Dobbiamo semplicemente lavorare bene come al solito e dare il massimo: in questa stagione nulla ci è stato regalato, men che meno ora con un titolo in palio". In serata è arrivata anche la pioggia: "Purtroppo il meteo sembra non volerci aiutare, noi avremmo bisogno di provare tanto con condizioni stabili. Incrociamo le dita", ha concluso.

 

Dall'inviato, Giovanni Petrillo


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -