Superbike, Imola day 2. Checa: "Ora servono punti importanti"

Superbike, Imola day 2. Checa: "Ora servono punti importanti"

Superbike, Imola day 2. Checa: "Ora servono punti importanti"

IMOLA - Carlos Checa può chiudere in largo anticipo il primo mondiale della sua carriera. A Imola il portacolori della Ducati del team Althea ha conquistato la pole 156 per la casa di Borgo Panigale e gli basta conquistare una doppietta con Marco Melandri peggio di quinto per chiudere il discorso campionato con due appuntamenti d'anticipo. Il pilota di Ravenna non ha fatto meglio del nono posto con la sua Yamaha, soffrendo il comportamento scorbutico della sua R1.

 

"Sono molto contento per la pole - ha esordito il portacolori della Ducati del team Althea -. E' stata durissima". Checa nonostante il nuovo record della pista (1'47"196), ha battuto un risorto Jonathan Rea con la Honda CBR 1000 equipaggiata del nuovo sistema "ride by wire" per appena sette centesimi. "Durante le qualifiche abbiamo faticato - ha ammesso il catalano -. Sono riuscito a fare il giro più veloce nel momento più importante della Superpole".

 

Checa sa che domenica, a 39 anni, potrebbe conquistare la prima iride della sua carriera: "E' un momento importante. Speriamo di fare bene e portare a casa punti preziosi per la classifica". Lo spagnolo, ormai vicino al titolo 2011, pensa già al 2012 con la Ducati, grazie anche al sostegno di Borgo Panigale che garantirà parte dell'ingaggio e premi.


Dall'inviato, Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -