Superbike, Imola: è subito Sykes. Bene Fabrizio, Melandri 6°

E' tra i più acclamati dai tifosi. E lui li ha accontentati piazzandosi subito davanti a tutti. Tom Sykes ha inaugurato a modo suo il weekend di Imola, settimo round del mondiale Superbike, ottenendo il miglior tempo nel primo turno di qualifiche

E' tra i più acclamati dai tifosi. E lui li ha accontentati piazzandosi subito davanti a tutti. Tom Sykes ha inaugurato a modo suo il weekend di Imola, settimo round del mondiale Superbike, ottenendo il miglior tempo nel primo turno di qualifiche. Il portacolori della Kawasaki ha girato in 1'47”218, precedendo di appena 112 millesimi un altro specialista dei sali e scendi dell'Enzo e Dino Ferrari, Jonathan Rea (Honda), che nel 2011 era riuscito a salire sul gradino più alto del podio.

Terzo tempo per uno scatenato Michel Fabrizio, a 401 millesimi con l'Aprilia del team Red Devils Roma. Il pilota romano ha preceduto un Ayrton Badovini rigenerato dall'aria di casa (è biellese, ma vive a Castel Bolognese, ad una manciata di minuti da Imola), a 456 millesimi con la sua rossa 1199 Panigale. Alle sue spalle, staccato di appena 30 millesimi l'Aprilia del team Althea di Davide Giugliano, autore nelle battute finali della sessione di un lungo alla prima staccata del Tamburello.

Ha lavorato sul passo gara Marco Melandri, sesto con la Bmw a 570 millesimi davanti all'Aprilia del leader del campionato Sylvain Guintoli, che a sua volta ha accusato un ritardo di 660 millesimi dalla vetta. Completano la top ten la Suzuki di Leon Camier, l'Aprilia di Eugene Laverty e la Kawasaki di Loris Baz, incappato in una caduta alla staccata della Villeneuve. A seguito dell'uscita di pista del francese è stata esposta la bandiera rossa per consentire la pulizia della pista.

Male Carlos Checa, appena dodicesimo sul tracciato che l'ha visto conquistare cinque vittorie nelle ultime sei gare. Lo spagnolo della Ducati, ancora non al top della condizione fisica per i postumi di un infortunio alla spalla sinistra, si è inserito tra la Bmw di Chaz Davies e la Honda di Leon Haslam. Curiosità per il debutto di Noriyuki Haga con la Bmw del team Grillini: il 'Samurai' ex Yamaha, Ducati e Aprilia non è andato l'oltre la 17esima piazza a 4.462 da Sykes.

Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -