Superbike, primo turno di prove a Imola: Giugliano porta la Ducati in vetta. Melandri 5°

Il pilota romano conferma il suo feeling con i saliscendi del Santerno (lo scorso anno in Gara1 conquistò un bellissimo secondo posto), piazzando la sua Ducati Panigale 1199 davanti a tutti

E' di Davide Giugliano la migliore prestazione del primo turno di prove libere del Gran Premio di Imola, quarto round del mondiale Superbike. Il pilota romano conferma il suo feeling con i saliscendi del Santerno (lo scorso anno in Gara1 conquistò un bellissimo secondo posto), piazzando la sua Ducati Panigale 1199 davanti a tutti con il tempo di 1'48"239, 251 millesimi più rapido della Honda di Jonathan Rea, altro specialista del tracciato romagnolo.

La Rossa di Borgo Panigale (in pista anche l'ingegner Gigi Dall'Igna) si conferma al top anche con Chaz Davies, quarto a 561 millesimi dalla vetta alle spalle della prima delle Aprilia, quella del francese Sylvain Guintoli (1'48"639). Quinto Marco Melandri, intenzionato a riscattare nella sua gara di casa un inizio di stagione al di sotto delle aspettative. Il pilota di Ravenna, che ha fermato il cronometro sul tempo di 1'48"897, ha piazzato la sua "freccia d'argento" RSV4 davanti alla Kawasaki di Tom Sykes.

Il campione del mondo in carica e leader del campionato pare essersi nascosto nel primo turno di libere, 'beccando' da Giugliano ben 760 millesimi. Completano la top ten Leon Haslam (Honda), la Kawasaki di Loris Baz, la prima Superbike versione 'Evo' di David Salom (Kawasaki) e la Suzuki di Lowes. Ottima la prestazione della wildcard Ivan Goi, undicesimo con la Ducati del team Barni. Così gli altri italiani: tredicesimo Nicolò Canepa (Ducati Althea), davanti alla Bimota di Ayrton Badovini e alle Kawasaki di Michel Fabrizio e Luca Scassa. Solo 20esima la Mv Augusta di Claudio Corti.

Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -