Superbike a Imola, Davies porta la Ducati in vetta: le Kawasaki in scia

Nella prima giornata di prove libere del Gran Premio d'Italia, quinto round del mondiale settimana, il pilota gallese ha portato la sua Panigale davanti a tutti col crono di 1'47"014

Chaz Davies vuole il colpaccio davanti al popolo ducatista, atteso in massa nel fine settimana a Imola. Nella prima giornata di prove libere del Gran Premio d'Italia, quinto round del mondiale settimana, il pilota gallese ha portato la sua rossa davanti a tutti col crono di 1'47"014, ad appena tre decimi dal record firmato lo scorso anno da Tom Sykes. "E' stato un inizio perfetto - ha esordito -. Siamo competitivi ormai ovunque, anche sulle piste che non mi piacciono".

Davies contro Kawasaki è il verdetto del cronometro del venerdì: in scia alla Panigale R ci sono infatti le Kawasaki del britannico e del leader del campionato Jonathan Rea, staccati rispettivamente di 333 e 430 millesimi. Per Sykes anche un problema tecnico alla sua 'verdona', che l'ha costretto a lungo ai box. ""Sono stato rallentato da qualche inconveniente ai freni; Chaz ha un gran ritmo e sabato ci proveremo". La Ducati si affida a Davies per sbancare i sali e scendi del Santerno: davanti al direttore generale Gigi Dall'Igna, il dominatore della tappa di Aragon ha inanellato un passo gara da vittoria, martellando addirittura tre passaggia sull'147"0.

A reggere il passo della rossa numero 7 è il solo Rea, ma più lento di qualche decimo, mentre Sykes non ha potuto completare il programma di lavoro per l'inconveniente alla sua ZX-10R dopo cinque passaggi. "Abbiamo provato qualcosa di nuovo di elettronica. Ci aspetta un sabato duro, dove dovremo esser pronti per Superpole e gara". Fatica invece l'altro protagonista atteso dal popolo della Ducati, Davide Giugliano, che nella combinata dei tempi non è andato oltre il nono tempo con il crono di 1'48"384. Hanno guadagnato l'accesso alla Superpole 2, che si disputerà alle 10,55, Leon Camier, quarto con la sua MV Agusta davanti alle Bmw di Markus Reiterberger e Jordi Torres.

Bene Lorenzo Savadori, che ha portato l'Aprilia del team Ioda Racing al settimo posto davanti alla Yamaha di Sylvain Guintoli, autore di una scivolata alla variante Bassa. Decimo un sorprendente Matteo Baiocco con la Ducati clienti del team VFT Racing. Il sole è intanto partito alla conquista di Imola, preludio ad un sabato infuocato: Gara 1, in programma alle 13, si annuncia asciutta e ricca di emozioni.

Dall'inviato, Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -