Superbike, Kyalami Gara 1. Trionfa Fabrizio, Haslam allunga su Biaggi

Superbike, Kyalami Gara 1. Trionfa Fabrizio, Haslam allunga su Biaggi

Superbike, Kyalami Gara 1. Trionfa Fabrizio, Haslam allunga su Biaggi

KYALAMI - Michel Fabrizio e la Ducati rivedono la luce. Il romano ha dominato Gara 1 del Gran Premio del Sudafrica, sesto round del mondiale Superbike, precedendo la Ducati del team Atlhea di Carlos Checa e la Suzuki di Leon Haslam. Il leader del mondiale, ora a 197 punti, ne ha così approfittato per portare a sei le lunghezze di vantaggio su Max Biaggi, quarto con la sua Aprilia. Il romano ha così limitato i danni, su una pista particolarmente non favorevole alla RSV4.

 

Strepitosa la gara di Fabrizio, alla sua prima affermazione stagionale, la quarta in carriera, che ha conservato la testa della corsa dal primo all'ultimo giro. "Ha fatto una gara magistrale, impeccabile - ha detto il team manager Ernesto Marinelli -. Non ha fatto una sbavatura, è stato costante per tutta la gara". Quasi commosso Fabrizio, che aveva promesso la vittoria al figlio Nicolas dopo la Superpole chiusa in quarta posizione: "Ha tribolato molto insieme a me - ha detto il pilota della Ducati -. Ringrazio la squadra, è una vittoria per me e per gli uomini Ducati".

 

Fabrizio ha poi analizzato la situazione in casa Ducati: "Ci manca ancora un po', nelle prove abbiamo faticato. E' arrivata questa vittoria che serve per tirarci su il morale dopo le ultime batoste". Quindi ha analizzato la gara: "Sono partito bene, ho pensato di aver fatto una falsa partenza, e poi ho cercato di andarmene via". Se Fabrizio gioisce, non può esser così per Noriyuki Haga, solo 17esimo su una pista che l'aveva visto splendido dominatore nel 2009.

 

Delusione in casa Yamaha dopo aver monopolizzato le prime due posizioni in Superpole. Cal Crutchlow ha chiuso solamente all'ottavo posto dietro al compagno di squadra James Toseland. Splendida la rimonta dopo una partenza in affanno di Jonathan Rea, che ha portato la sua Honda del team Ten Kate al quinto posto davanti all'Aprilia di Leon Camier.

 

Nella top ten la Ducati del team Pata B&G di Jakub Smrz e la Suzuki di Sylvain Guintoli. Ottimo l'undicesimo posto di Luca Scassa (Ducati Supersonic) davanti alla Bmw di Troy Corser, alla wild-car del sudafricano Morais e all'altra Bmw, quella di Rubens Xaus.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -